10 miti sul viaggio da sfatare

Sfatiamo i miti più comuni sul viaggiare

Quante volte ti sei detto che non hai abbastanza ferie per fare un viaggio, che quel paese lì è troppo pericoloso o che magari viaggiare è costoso?

Questi e molti altri sono dei miti pronti per essere sfatati perché viaggiare raramente ha delle controindicazioni!

10 affermazioni completamente sbagliate sui viaggi

Abbiamo raccolto le frasi fatte e i pensieri che ci passano per la testa ogni volta che vogliamo fare un viaggio, ma poi ci blocchiamo perché abbiamo paura. Ci sono tantissimi miti riguardanti i viaggi ma questi 10 sono i più comuni, e noi siamo pronti a sfatarli uno per uno.

1. È pericoloso

Normalmente se qualcuno ti dice che un luogo è pericoloso, è molto probabile che non ci sia nemmeno stato.

Esistono posti più o meno sicuri degli altri, ma basta informarsi sulle regole sociali di ogni Paese per non avere problemi in viaggio.

Ci sono poi dei paese effettivamente pericolosi, dove per esempio essere gay è illegale, ma studiando bene i comportamenti e con le dovute precauzioni, ogni luogo sarà accessibile.

2. Ti sentirai da solo

Viaggiare soli è sempre un’esperienza incredibile e di solito più si è soli e più c’è la possibilità di entrare in contatto con le persone del posto e con altri viaggiatori. In tutto il mondo ci sono viaggiatori solitari, ma anche se non dovessi incontrarne avrai sempre a disposizione tantissime app di incontri per conoscere persone del posto disponibili anche solo a bere un drink.

3. Non parli la lingua

Ci sono alcuni paesi dove l’inglese non è molto diffuso o magari non lo parli. Questo non è un problema. Sulle guide ci sono sempre i frasari indispensabili, ma se anche questi non bastassero Google Traduttore o un po’ di buon senso ti aiuteranno a farti capire.

4. È costoso volare

La frase corretta sarebbe che “era costoso volare”, mentre adesso diventa sempre più facile acquistare un volo. Ci sono tantissimi siti specializzati per scovare i prezzi più bassi, noi usiamo sempre Google Flight e raramente spendiamo un rene.

5. Se ti ammali?

Le malattie più diffuse in viaggio sono quelle intestinali, ma basta portarsi un po’ di medicinali da casa e l’occorrente necessario per essere al sicuro e non ci saranno problemi. Se proprio hai paura, puoi acquistare un’assicurazione sanitaria privata che preveda un interprete pronto a comunicare per te con i dottori e farmacisti.

6. Gli alberghi costano troppo

Gli alberghi possono anche costare un po’, ma ci sono tantissime strutture dove si può dormire in sicurezza, comodi e a pochi euro. Gli ostelli con le camerate sono tra le soluzioni più convenienti, ma ci sono alcuni paesi che offrono anche altre tipologie di strutture, come i capsule hotel giapponesi. L’importante è saper scegliere l’albergo giusto durante il soggiorno.

7. La relazione non reggerà

Se una relazione non sopravvive al viaggio, non è perché non si è abituati a stare insieme 24h al giorno, ma è perchè non si è fatti l’uno per l’altro. Anzi, ogni viaggio rafforza la coppia, ne siamo estremamente convinti.

8. Non sei pronto

Nessuno è pronto e l’esperienza viene vivendo. Se rimani a casa perché hai paura di non essere pronto, allora non lo sarai mai. Esci di casa, sbaglia, impara e ricomincia. Vedrai che dopo 3 giorni di viaggio sarai sicuramente più pronto di quando sei partito.

9. Non mangerai nulla

I preconcetti sul cibo normalmente vengono abbattuti al secondo assaggio. Cibi che sembrano strani saranno in realtà ottimi, ma se comunque continuerai a non voler assaggiare i piatti tipici del posto, ricordati che viviamo in un mondo globalizzato e che pizza e toast si trovano ovunque, anche nella Cina più remota.

10. Non c’è tempo abbastanza per viaggiare

Se ti piace viaggiare il tempo lo troverai sempre. Viaggiare non vuol dire per forza stare via 4 settimane. Per noi un viaggio può essere anche un weekend in giro per l’Europa o una gita fuori Milano.

Potrebbe interessare anche

By | 2018-02-04T15:37:28+00:00 febbraio 5th, 2018|News|0 Comments

Leave A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Iscriviti alla newsletter

* Campi obbligatori