Dove ammirare il foliage a Milano nel 2020. I luoghi in cui scoprire l’autunno nel suo massimo splendore

Ci sono alcune parole che evocano sensazioni uniche e quasi magiche. Una di queste è per noi la parola foliage e in italiano non esiste un termine che in poche lettere descriva questo periodo dell’anno.

Negli Stati Uniti lo chiamano foliage e identifica il mutamento cromatico delle foglie degli alberi durante i mesi autunnali.

Per i tecnici si tratta di cromatismo autunnale, per i più romantici il foliage e per tutti è semplicemente quando le foglie cambiano colore.

Cosa significa foliage?

Il termine foliage deriva dal termine francese per fogliame ma il significato che oggi viene dato è dall’approprimento inglese e che indica il cambio del colore delle foglie durante i mesi dell’autunno.

Un evento che ogni anno affascina non solo gli appassionati, ma anche gli amanti della fotografia o semplicemente chi è alla ricerca di scorci indimenticabili.

La cosa incredibile è che ci sono interi siti dedicati al foliage, con cartine aggiornate giornalmente con i giorni in cui godere della massima esplosione dei colori.

Quando ha inzio il foliage?

Da calendario si inizia a parlare di foliage con l’equinozio d’autunno per arrivare ad avere il picco di massimo splendore l’11 novembre, durante la giornata che per molti è l’Estate di San Martino.

Fra i giardini e parchi della città quelli da non perdere sono Villa Belgiojoso Bonaparte in via Palestro, Parco Sempione, il Cimitero Monumentale e il famosissimo Bosco Verticale ci sono alcuni luoghi meno battuti che meritano sicuramente una visita.

  • viale Lazio/viale Cirene: filari di alberi di tiglio
  • via Sant’Elia angolo via Osma Ginkgo biloba ginkgo
  • via Alberto da Giussano: filare di liquidambar
  • via Lazzaro Papi/via Tiraboschi filari di acero riccio
  • via Saccardo 40: Parrotia persica
  • Parco della Martesana
  • Giardino della villa Belgiojoso Bonaparte via Palestro: Per vedere il cipresso calvo accanto al laghetto
  • via Zubiani 1: Metasequoia glyptostroboides (metasequoia)
  • largo La Foppa per ammirare vicino all’ingresso della metropolitana il Rhus typhina (sommaco)
  • piazza De Angeli: Koelreuteria paniculata (albero delle lampade cinesi)
  • viale Enrico Fermi vicino a via Iseo: Ginkgo biloba (ginkgo)
  • via Zubiani (vivaio comunale): filari di Liriodendron tulipifera (albero dei tulipani)
  • via Trenno/via Ippodromo (parcheggio); Quercus palustris (quercia palustre)
  • parco di via Cechov-Omodeo-Kant: Quercus palustris (quercia palustre)
  • Giardini Pubblici (Giardini Montanelli) gruppo di Ginkgo biloba nei pressi della scuola materna ‘Montemerlo’ e di Taxodium distichum lungo le sponde del laghetto
  • Piazza Gae Aulenti: Bosco Verticale
  • Cimitero Monumentale
  • Parco Sempione: lo spazio che collega piazza del Cannone all’Arco della Pace, il gruppo di Parrotia persica sulla sinistra nelle vicinanze del laghetto; 3. filare di Robinia pseudoacacia ‘Frisia’ ad uno degli ingressi da viale Gadio/Acquario Civico
  • Giardino della Villa Comunale: esemplare solitario di Platanus x hybrida (uno degli esemplari più vecchi di Milano) all’interno del giardino, lungo il muro di recinzione
  • Via Festa del Perdono
  • Giardini della Guastalla
  • Villa Necchi Campiglio
  • via Santa Sofia: filare di Liriodendron tulipifera
  • via Borsieri e via Alberto da Giussano: filari di Liquidambar styraciflua
  • via Maratta: filare di Gleditschia triacanthos
  • via Piccinni: filare di Ginkgo biloba

Mappa dei luoghi dove ammirare il foliage a Milano - Aggiornata 2020

Cerchi un alloggio a Milano? Controlla le offerte su Booking

Letture consigliate

Guida di Milano | Milano insolita e segreta | Guida della Lombardia | Milano Low Cost

Ti potrebbe interessare