Thailandia: consigli su come organizzare il viaggio

La Thailandia è uno dei paesi più visitati da sempre nel sud-est asiatico e resiste anche negli ultimi anni in cui tantissimi altri paesi si sono aperti maggiormente al turismo. È un paese facile da scoprire in autonomia e ricco di cose da vedere. Tra spiagge paradisiache, giungla e città incredibilmente vive e ricche di storia, sarà difficile scegliere cosa vedere e dove andare, ma prima di pianificare il viaggio, ecco tutto quello che ti serve sapere prima di partire.

Informazioni sulla Thailandia

Per organizzare un viaggio in Thailandia ecco tutto quello che ti serve sapere.

Valuta e tasso di cambio

In Thailandia si utilizza il Bath (THB). € 1 corrisponde a THB 36 (aggiornato a gennaio 2019). Si preleva facilmente ovunque, sia in città che nelle isole più remote, ma è preferibile cambiare degli euro in uno dei tantissimi Money Exchange perché il tasso di cambio è spesso favorevolissimo. Non cambiare gli euro in aeroporto, perché non troverai tassi di cambio favorevoli, ma aspetta di arrivare in città o sulle isole per cambiare in una cassa di cambio locale dove ti faranno sicuramente un cambio più vantaggioso. Un consiglio è quello di prelevare o cambiare pochissimi Bath in aeroporto appena si arriva così da avere contanti per pagare taxi, bus o metro per arrivare in centro città se si arriva a Bangkok (THB 2.000 basteranno, sono circa € 55).

Visto e permessi

Il visto non è necessario per soggiorni turistici non superiori ai 30 giorni. All’arrivo in Thailandia per via aerea verrà apposto sul passaporto un timbro che ha valore di visto d’ingresso e consente la permanenza nel Paese per 30 giorni. Insieme al visto verrà consegnato anche un documento per l’immigrazione che andrà conservato e riconsegnato in aeroporto a fine viaggio. Questo piccolo documento ti verrà chiesto negli hotel al check-in, quindi conservalo con cura. In caso dovessi perderlo non ci sono problemi, potrai chiederne uno nuovo in aeroporto alla partenza.

Elettricità e prese elettriche

In Thailandia vengono usate prese di diversi tipi, ma più facilmente troverai quelle universali, e potrai utilizzare tranquillamente le spine italiane. In Italia utilizziamo tensione a 220 volt e 50 hertz esattamente come in Thailandia. È comunque consigliabile portarsi un adattatore così da non avere problemi.

Sicurezza

La Thailandia è un paese molto sicuro e di rado avvengono crimini violenti o rivolte. Bisogna però stare attenti ai furti, specialmente nelle zone molto turistiche. Inoltre è facile incorrere in truffe, qui potrai trovare un approfondimento ma stai alla larga da venditori di gemme preziose, venditori di alimenti di lusso ed esotici che ti approcciano per strada, tassisti abusivi e venditori di tecnologia.

  • Le più comuni truffe in Thailandia e come riconoscerle

Lingua

Il Thai è una lingua molto complessa e difficilissima da imparare, anche quando si deve semplicemente leggere il nome di un piatto o ringraziare, ma fortunatamente tutti parlano qualche parola di inglese e sicuramente non avrai problemi a comunicare con tassisti e ristoranti.

Vestiario e cultura

In Thailandia c’è una cultura di assoluta libertà e in giro per il Paese non avrai problemi a indossare qualunque tipologia di vestito e in qualunque momento. Nei templi però ci sono delle regole da rispettare e ti verrà chiesto di coprire ginocchia o spalle se sono scoperte. Porta sempre con te un sarong (utile anche per la spiaggia o per ripararti dall’aria condizionata), e in caso contrario, troverai nei templi dei sarong o degli scialli da usare gratuitamente o pagando pochissimi Bath.

Feste nazionali e celebrazioni

In Thailandia ci sono spesso feste nazionali e religiose ma raramente le città si fermano, specie se sono molto turistiche. L’unica festa in cui potrete trovare davvero tutto chiuso e nessuno vi venderà degli alcolici è il Buddha Day, che ogni anno cambia. Inoltre potrebbero esserci interruzioni di attività in caso di morte del Re o di un reale, o potrebbero blindare strade impedendovi l’uscita dagli hotel se il Re è nelle vicinanze, ma è un’opzione davvero improbabile a meno che non alloggiate a Bangkok vicino il Palazzo reale o al Tempio personale del Re.

Trasporti

Spostarsi in Thailandia è facilissimo e potrai andare facilmente da una parte all’altra usando tantissime tipologie di mezzi diversi. Pianificare in anticipo il viaggio ti permetterà di utilizzare autobus e treni pubblici che offrono ottimi servizi a prezzi stracciati, mentre se vuoi più comodità troverai in ogni hotel informazioni e agenzie che ti venderanno transfert anche lunghissimi.

Nelle città puoi invece usare tantissimi mezzi diversi. I taxi costano poco, ma dovrai contrattare il prezzo prima di partire. Tutti vi offriranno delle tariffe fisse, ma il consiglio è sempre di chiedere di accendere il tassametro (si chiama “Meter”), ma dovrai pagare extra il pedaggio in autostrada e una fee all’autista che va dai 20 ai 50 Bath. In alternativa al taxi puoi usare Grab, un’app che ti permette di selezionare destinazione e punto di partenza, fissando un prezzo molto basso e standard, senza dover trattare o chiedere di usare il tassametro. Oltre ai taxi, i tuk tuk ti porteranno ovunque e velocemente, però dovrai sempre contrattare il prezzo e per quanto economici, pagherai in ogni caso più di un taxi preso con tassametro o con Grab. Scegli questo mezzo solo se devi fare brevi percorsi.

In molte città ci sono anche mezzi pubblici, come a Bangkok per esempio, e Google Maps ti aiuterà a capire quali mezzi prendere e dove fare cambi metro o treni. In altre città invece ci sono tuk tuk da 10 persone che percorrono percorsi standard e costano dai 10 ai 30 Bath a tratta. Chiedi sempre in hotel consigli su come spostarti per raggiungere un luogo in particolare.

WiFi e connettività

Il WiFi è praticamente ovunque nei bar e negli hotel anche se la velocità potrebbe essere rallentata dal numero di persone connesse, per questo conviene sempre comprare una SIM locale appena arrivati. In questo modo potrai sempre essere connesso e collegarti alle reti WiFi gratuite del tuo operatore telefonico. In aeroporto troverai tantissimi negozi (poco prima di uscire dall’aeroporto) che vendono SIM locali. Una delle più convenienti è la SIM della TrueMove che offre connessione 4G ovunque e un pacchetto conveniente di circa 16 GB per 15 giorni a 700 Bath (circa € 20).

Viaggiatori gay in Thailandia

Essere gay in Thailandia è qualcosa di talmente tanto normale e accettato che non avrai nessun tipo di problema. La cultura Thailandese è molto tollerante con l’omosessualità sia maschile che femminile e nelle grandi città potrai trovare delle comunità LGBT molto forti e frizzanti. Ogni tipo di comportamento e modo di vestire è accettato senza commenti, ma le manifestazioni di affetto in pubblico, sia omosessuali che eterosessuali, non sono molto apprezzate. Un mondo è quello della comunità transessuale, culturalmente e da sempre integrata nella società Thailandese.

Assicurazione di viaggio

La sanità in Thailandia è molto costosa e anche per una medicazione potrebbero volerci molti euro, per questo prima di partire è sempre utile fare un’assicurazione. L’assicurazione di viaggio di Europ Assistance è la più completa e efficace, oltre che economica. Potrai personalizzare l’assicurazione come preferirai, scegliendo le soglie, e le coperture (esempio copertura bagaglio). Inoltre il servizio MyClinic di Europ Assistance è essenziale per avere consulti medici ovunque ti troverai. MyClinic è praticamente una vera e propria clinica, con medici pronti ad ascoltarti, visitarti a distanza e consigliati le cose migliori da fare per non entrare in panico e risolvere nel minor tempo possibile ogni problema.

Pianificare il viaggio in Thailandia

Qual è il miglior periodo per visitare la Thailandia? Differentemente da altri paesi asiatici, in Thailandia si può venire tutto l’anno perché grazie alla sua conformazione, ha sempre una parte di Paese in cui troverai una stagione secca. Nel periodo estivo prediligi le isole nel Golfo del Siam e il versante est, mentre in inverno potrai visitare senza problemi tutta l’area di Phuket e il versante ovest.

Budget approssimativo

La Thailandia, anche se negli ultimi anni è diventata più costosa, rimane un paese molto economico dove andare in vacanza, specialmente nella parte nord del Paese o nelle isole meno turistiche. Avrai la possibilità di pianificare un viaggio di lusso con un budget ridotto o spendere davvero molto poco scegliendo guest house o hotel a 3 stelle.

  • Hotel. Ostelli: € 6-10 a notte. Stanze in case o B&B: € 15-20 a notte. Hotel 2 o 3 stelle: € 25-30. Hotel lusso e resort: da € 35 a € 100.
  • Cibo. Street food o ristoranti di strada: € 1,5-2,5. Ristoranti: € 5-7. Ristoranti di classe e occidentali: da € 15.
  • Alcolici. Birra al ristorante: € 2,5. Birra al bar: € 4,5. Cocktail: da € 5.
  • Trasposti. Noleggio scooter: da €8 al giorno. Pick up di un giorno condiviso con altre persone: da €10. Taxi da e per aeroporto: € 14.

Cosa mettere in valigia per andare in Thailandia

La Thailandia permette di darti esperienze di viaggio diverse, facendoti scoprire città, entroterra e giungle o spiagge e isole da paradiso, per questo avrai bisogno di diversi indumenti. Ma fortunatamente tutto l’anno c’è sempre una temperatura calda, quindi non dovrai appesantirti con vestiti autunnali o invernali, anche se visiti la parte a nord del paese. A Chiang Mai, o comunque nell’entroterra montano, potresti addirittura avvertire una brezza serale fresca molto piacevole, quindi una felpa leggera per la sera o la mattina presto potrebbe farti comodo. Leggi la guida dettagliata su cosa mettere in valigia per un viaggio in Thailandia e sud-est asiatico.

Cosa mangiare in Thailandia

Il cibo in Thailandia è gustosissimo e molto vario in base alla zona che visiti o se stai viaggiando nell’entroterra piuttosto che nelle isole. Al mare il pesce e le grigliate la fanno da padrone mentre nell’entroterra sarà facilissimo trovare carne e noodles di ogni tipo nei market e nei ristoranti.

  • Som Tam (Insalata speziata di papaya verde): insalata di papaya acerba molto gustosa e fresca, con aggiunta di cetrioli e pomodori. Non è piccante ma molto saporita
  • Pad Thai (Noodles Thai Style in padella): questo è uno dei piatti più famosi di tutta la Thailandia anche se si è diffuso solo 60 anni fa. Consiste in noodles cotti in padella con verdure e in aggiunta pesce come gamberetti o seppie o carne. La parte migliore è una granella di noccioline da mettere sopra
  • Pad See Eiw (Noodle spessi n padella): molto simile al Pad Thai, questo piatto ha dei noodles spessi e molto saporiti
  • Gaeng Keow Wan (Curry verde): il curry verde è una vera e propria specialità. Il piatto è piccante ma molto gustoso e consiste in una cremosa zuppa al curry con aggiunta di verdure, lemongrass e carne o pesce se si preferisce
  • Khao Soi (Zuppa di noodles al cocco e curry): questo piatto è tipico di Chiang Mai ed è uno dei più buoni in assoluto in Thailandia. È una zuppa cremosa fatta con curry e latte di cocco, insaporita con verdure e con l’aggiunta di noodles sia freschi che fritti. È piccante ma potrai chiedere di farla il meno piccante possibile per gustarla al meglio
  • Kai Jeow (Thai omelette): questo è un piatto gustoso, veloce ed economicissimo. Consiste in una frittata insaporita di erba cipollina e se si preferisce con carne o pesce. Viene servita su del riso basmati e si può insaporire con salsa agrodolce o salsa al pomodoro (tipo ketchup)
  • Kao Niew Ma Muang (Mango e Sticky Rice): se non ci sono tantissimi dolci locali, quelli che sono presenti nel menu sono sempre ottimi, e il più diffuso è il mango con sticky rice. Lo sticky rice è un riso cotto con latte di cocco e zucchero, a cui viene accompagnato del mango fresco e gustosissimo

Cerchi un albergo in Thailandia? Controlla le offerte su Booking!

 

Letture consigliate

Guida Thailandia | Guida di Bangkok | Ladyboys, il mondo segreto del terzo genere in Thailandia