ArtHotel Connection: Berlino gay friendly

Potremmo tranquillamente dire che Berlino ormai è la nostra seconda casa. Qui ci torniamo spesso perchè la città offre tantissime cose da fare e da vedere e non ci si stanca mai di scoprire angoli nascosti della capitale tedesca.

La città è abbastanza grande e per godere di ogni aspetto della vita (diurna e notturna) che Berlino offre meglio scegliere il quartiere dove alloggiare con molta cura. Per questo motivo abbiamo soggiornato nel cuore del quartiere gay di Berlino, a pochi minuti a piedi da Nollendorfplatz e Schoeneberg.

L’albergo ArtHotel Connection infatti è proprio a metà fra i due quartieri più iconici e attivi per la scena gay berlinese ed è facilmente raggiungibile con la metropolitana.

Berlino gay friendly: Recensione dell’ArtHotel Connection

Il nostro albergo si trova in Fuggerstraße: strada famosa per i locali e per essere una delle principali arterie del Folsom, l’evento leather più amato d’Europa. L’accoglienza è delle migliori e la bandiera che svetta proprio sul palazzo dell’ArtHotel Connection ci fa capire di essere nel posto giusto.

Quando viaggiamo, cerchiamo sempre di scegliere alberghi dichiaratamente gay-friendly, e abbiamo anche spiegato il perché in un precedente articolo.

L’albergo si trova al terzo piano di un palazzo dal soffitto dipinto con i colori del cielo, e una volta entrati ci si sente subito a casa. Raggiungiamo la nostra stanza, la numero 14 dove il viola, il parquet e il bianco delle lenzuola e della struttura del letto la fanno da padrone.

Quello che ci ha stupito più di tutte le altre cose di questa stanza è l’incredibile luminosità e il silenzio. Nonostante la stanza si affacciasse sulla strada principale del carnevale (Fuggerstraße appunto) una volta chiuse le finestre calava il silenzio.

ArtHotel Connection Hotel Gay Berlino Berlin 2

Un angolo relax nella camera per sdraiarsi, chiacchierare o fare un paio di ore di sonno senza doversi mettere a letto

ArtHotel Connection Berlino: le camere

Le camere disponibili in albergo vanno dalla singola alla suite e ci sono diverse soluzioni per tutti i budget. Ogni stanza dell’albergo ci è sembrata luminosa e isolata acusticamente. Il bagno ovviamente ha tutto l’occorrente per farsi belli prima di far serata in città.

La colazione poi è ottima: panini, cornetti, marmellate e yogurt oltre a caffè e tutto il necessario per fare la colazione salata. Il punto forte della colazione? Si può fare fino alle 16… così avrai tutto il tempo di riprenderti dalla serata.

Cosa fare vicino all’ArtHotel Connection di Berlino

Ok, parliamo seriamente. Potresti trascorrere in questo quartiere un mese intero e non annoiarti mai. Le cose dare a Nollendorfplatz sono davvero tante. In questo quartiere si trovano i ristoranti gay più in voga di Berlino, i locali più trasgressivi ma anche i negozi.

Da qui puoi partire alla scoperta della Berlino Queer, visitare uno dei monumenti sull’omocausto più suggestivi e conoscere tanti ragazzi del posto.

 

Articoli che potrebbero interessarti