Percorsi etici con gli elefanti in Thailandia: la nostra esperienza al Karen Elephant Home

Trascorrere una giornata insieme agli elefanti è stata una delle esperienze più belle che abbiamo fatto in Thailandia, e non solo perché ci ha permesso di vedere da vicino questi splendidi animali, ma anche perché ci ha dato modo di entrare a contatto con una realtà locale nata per salvaguardare gli elefanti.

Asian Elephant Projects: il progetto

Questo progetto è nato da pochi anni e ne siamo venuti a conoscenza durante il WTM, la fiera del turismo di Londra. Da subito ci è sembrata una delle attività più belle da fare a Chiang Mai ed è per questo che abbiamo deciso di inserire questa attività nel nostro itinerario di 15 giorni alla scoperta della Thailandia.

L’obiettivo di Asian Elephant Projects è quello di aiutare le persone che possiedono un elefante e che lavorano nel turismo a scegliere progetti turistici etici e eco friendly con l’obiettivo finale di garantire all’elefante una vita migliore e alle famiglie e alle comunità locali di potersi sostenere senza il bisogno di sfruttare o dover vendere gli elefanti.

Le persone del team di Asian Elephant Projects offrono poi cure veterinarie e tutto quello che occorre agli elefanti per vivere la propria vita in modo dignitoso.

Karen Elephant Home: il progetto che abbiamo sostenuto

All’interno del sito di Asian Elephant Projects è possibile scegliere fra tantissimi progetti da sostenere… e c’è davvero l’imbarazzo della scelta. Il progetto che abbiamo scelto e che poi abbiamo fatto è quello del Karen Elephant Home. Gli elefanti di questo progetto vivono in un insediamento Karen di oltre cent’anni a nord di Chiang Mai.

La famiglia Karen proprietaria degli elefanti ha una lunga tradizione nella cura degli elefanti, da ben 3 generazioni si tramandano l’arte e conoscono questi animali alla perfezione.

Una volta arrivati a destinazione con il comodo pick up dal nostro albergo ci siamo subito innamorati dei due grandi elefanti che ci avrebbero fatto compagnia durante tutta la giornata. Due fratelloni – Dodo e Khum Meun – che prima si prestavano a soddisfare i turisti portandoli in groppa e esibendosi e che ora vivono qui e che finalmente grazie a questo progetto sono tornati ad essere elefanti.

Cosa ci è piaciuto di questo progetto:

  • Indossare l’abito tipico del villaggio
  • Preparare il cibo e dare da mangiare agli elefanti
  • Vedere la felicità degli elefanti nel fare il bagno nel fango
  • Lavare gli elefanti nel fiume
  • Passeggiare insieme a Dodo e Khum Meun per la giungla di Chiang Mai
  • Poter accarezzare un elefante
  • Il pranzo preparato per noi dalla famiglia
  • Sostenere il progetto e il sostentamento di questa famiglia Karen

Da dove nasce questo progetto?

Ogni progetto ha una sua storia, diversa dalle altre. Quella di questo progetto è la storia di un ritorno a casa. Il proprietario degli elefanti è Kriengkrai Dinu che per guadagnare aveva deciso di spostarsi con i suoi elefanti in un centro dove era possibile montare in sella e assistere a spettacoli.

Grazie a questo progetto Kriengkrai è potuto tornare nel suo villaggio nell’agosto 2017 per dare ai suoi elefanti la possibilità di vivere una vita da elefante.

Cerchi un albergo a Bangkok? Controlla le offerte su Booking e risparmia

Letture consigliate

Guida della Thailandia | Guida di Bangkok | Guida di Chiang Mai e Nord Thailandia