Guida su come organizzare un viaggio in USA

Gli Stati Uniti d’America sono una destinazione popolarissima ed è visitabile tutto l’anno. Dalla West alla East Coast, negli States ci sono un’infinità di città e luoghi che ti lasceranno a bocca aperta. Organizzare un viaggio qui non è complicato ma ci sono alcune accortezze che vanno prese per fare in modo che tutto fili liscio e il viaggio sia indimenticabile.

Informazioni sugli Stati Uniti d’America

Per organizzare un viaggio negli Stati Uniti ecco tutto quello che ti serve sapere.

Valuta e tasso di cambio

Negli Stati Uniti si utilizza il dollaro. Il cambio tra € e $ oscilla in continuazione ma l’euro è sempre di poco favorevole, quindi tutto quello che acquisterai sul posto sarà sicuramente più conveniente. La soluzione migliore e richiedere dei dollari prima di partire direttamente in banca. Le banche possono offrire un tasso di cambio molto conveniente in Italia ed è sicuramente la cosa da fare. In alternativa, in America si può prelevare praticamente ovunque e usare la carta di credito. E’ fortemente sconsigliato usare le casse di cambio per cambiare i soldi, perché prenderanno delle percentuali sempre più alte, ma è preferibile prelevare dei dollari contanti direttamente agli ATM presenti in ogni supermercato e bar americano. Per quanto riguarda i pagamenti con la carta, ricordati di controllare con la tua banca che non vengano aggiunti costi di cambio a quanto pagato.

Visto e permessi

I possessori di Passaporto Italiano che vogliono recarsi negli Stati Uniti con un visto turistico dovranno richiedere online l’ESTA, ovvero un’autorizzazione al viaggio negli USA da richiedere almeno 72 ore prima del volo. L’ESTA si richiede facilmente online a questo sito e costa US $14. Potrai pagare con le principali carte di credito o con PayPal. Una volta ottenuto l’ESTA (che serve anche solo per motivi di transito), potrai accedere agli Stati Uniti senza problemi.

Se invece hai visitato un Paese tra Libia, Somalia, Yemen, Sudan, Siria, Iran ed Iraq dovrai richiedere un visto d’ingresso direttamente al Consolato Americano.

Elettricità e prese elettriche

Negli Stati Uniti il voltaggio è di 115-120V, mentre in Europa abbiamo corrente alternata a 220V. Per questo motivo ti servirà acquistare un adattatore. Ecco quello consigliato.

Sicurezza

Gli Stati Uniti sono un Paese sicuro, specialmente nelle zone turistiche, ma bisogna fare attenzione quando le strade si svuotano. Ultimamente c’è stato un aumento di casi di criminalità, quindi in linea generale dovrai prestare attenzione nelle ore serali, soprattutto nelle zone meno sicure o fuori dal cento. Se viaggi in macchina, parcheggia in zone sorvegliate e sicure, così da non rischiare scassi e furto di documenti di viaggio e carte di credito.

Lingua

Negli Stati Uniti si parla inglese-americano, quindi non avrai problemi di nessun tipo. Lo spagnolo è anche molto comune e in alcune zone come la Florida o il sud della California è la prima lingua.

Feste nazionali e celebrazioni

Negli Stati Uniti ci sono tantissime feste e celebrazioni durante tutto l’anno, ma le principali sono la festa del Ringraziamento, a novembre e a cavallo con le celebrazioni natalizie, il 4 luglio, San Patrizio e Halloween. Durante queste festività i mezzi pubblici sono spesso limitati e le attività commerciali come negozi e ristoranti potrebbero rimanere chiuse. In ogni caso, spesso durante queste celebrazioni in centro città vengono organizzate parate molto belle durante tutta la giornata.

Trasporti

Negli Stati Uniti il modo migliore per spostarsi è l’auto. Noleggiarne una è davvero economico e ti permetterà di percorrere grosse distanze in modo facile ed economico. Ricordati però di richiedere prima di partire la patente internazionale, così da non avere problemi con il noleggio. Invece nelle grandi città come Boston, San Francisco ma soprattutto New York, ci si sposta facilmente con la metropolitana. Guidare per le strade di New York è un incubo, oltre che un’opzione che potrebbe farti passare ore intere imbottigliato nel traffico.

WiFi e connettività

Gli Stati Uniti sono la patria del WiFi, troverai una connessione davvero ovunque. Se invece vuoi essere sempre connesso, specialmente se stai organizzando un viaggio on the road o se non ti vuoi perdere tra le tantissime linee della metropolitana di New York, puoi prendere una SIM locale con connessione 4G. La Lycamobile è la compagnia che costa meno e assicura connessione stabile ovunque. Puoi pre-ordinare una sim su Amazon (a questo link trovi tutto) oppure comprarla direttamente in aeroporto appena arrivi.

New York City gay world pride 2019

Viaggiatori gay in USA

Gli Stati Uniti, specialmente nelle grandi città, hanno una vita gay molto attiva e vibrante. Alcune città sono molto gay-friendly e inclusive e potrai trovare davvero un ambiente accogliente e tantissimi locali dove incontrare nuovi amici. I bar sono i luoghi migliori dove conoscere nuove persone. Gli americani sono molto amichevoli e amano chiacchierare, perciò se vuoi entrare in contatto con la comunità gay locale, ordina una birra, siediti al bancone e vedrai che dopo qualche minuto sicuramente qualcuno comincerà a chiacchierare con te, non solo per scopi sessuali. Le città piccole e l’entroterra sono però diverse. Alcuni Stati sono ancora molto omofobi e poco accoglienti.

  • Gli Stati Uniti d’America sono un Paese gay-friendly?

Assicurazione di viaggio

La sanità negli Stati Uniti d’America è davvero molto costosa e un minimo problema potrebbe costare molto caro. Per questo motivo è d0obbligo fare un’assicurazione di viaggio specifica per gli Stati Uniti. L’assicurazione di viaggio di Europ Assistance è la più completa e efficace, oltre che economica. Potrai personalizzare l’assicurazione come preferirai, scegliendo le soglie, e le coperture (esempio copertura bagaglio). Inoltre il servizio MyClinic di Europ Assistance è essenziale per avere consulti medici ovunque ti troverai. MyClinic è praticamente una vera e propria clinica, con medici pronti ad ascoltarti, visitarti a distanza e consigliati le cose migliori da fare per non entrare in panico e risolvere nel minor tempo possibile ogni problema.

Pianificare il viaggio negli Stati Uniti

Qual è il miglior periodo per visitare gli Stati Uniti d’America? Le stagioni principali per visitare gli USA sono davvero tante e cambiano da Stato in Stato. Il Natale e Capodanno è uno dei periodi più battuti dai turisti in tutto il Paese, mentre la California è molto visitata in estate e la Florida spesso è presa d’assalto nei periodi invernali quando il clima è caldo, ma non troppo umido e soffocante.

Budget approssimativo

Gli Stati Uniti d’America non sono un Paese economico, e alcune spese potrebbero essere troppo alte. Si possono pianificare però viaggi di ogni tipo, sia con budget molto basso sia con disponibilità per un viaggio di lusso. Le città principali ovviamente contano tantissimo tutto l’anno, mentre per i viaggi on the road i motel sono dei veri e propri salva portafoglio.

  • Hotel. Ostelli: € 45 a notte. Stanze in case o B&B: € 50-75 a notte. Hotel 2 o 3 stelle: € 75-120. Hotel lusso e resort: da € 120 in su.
  • Cibo. Street food: € 5. Bar e pub: da € 20. Ristoranti: da € 30.
  • Alcolici. Birra al ristorante: € 5. Birra al bar: da € 5. Cocktail: da € 10.

Cosa mangiare negli Stati Uniti d’America

Il cibo americano non è tutto hamburger e patatine come si pensa, ma è molto vario e cambia in ogni Stato. Ovviamente i panini la fanno da padrone, ma saranno sempre diverti e tutti molto gustosi.

  • Hamburger e sandwich: gli hamburger e i panini in America sono un po’ come la nostra pasta, la composizione è la stessa ma gli ingredienti cambiano sempre. Se ne trovano sa semplicissimi a stellati e con ogni tipo di riempimento. Per un pranzo veloce prendi un panino al tacchino o pastrami nei tantissimi supermercati, oppure per cena ordina qualcosa di più elaborato come un sandwich all’aragosta o un panino con manzo come si mangia a Philadelphia
  • Insalate: se stai pensando alla lattuga ti sbagli di grosso, perché le insalate in America sono un pasto completo e ricco di ogni ingrediente possibile. La più famosa è la Caesar Salad con pollo alla griglia, salsina allo yogurt e pane croccante, ma anche le altre insalate miste non saranno da meno
  • Salad bar: i salad bar sono dei banchi pieni di ogni tipologia di cibo che si trovano normalmente nei supermercati. Il più buono in assoluto lo trovi nelle catene del Whole Food Market, e qui potrai riempire il tuo cestino da asporto con tantissime cose, dalla carne alle zuppe
  • Zuppa di granchio: famosissima a San Francisco e nella California del nord, questa zuppa è deliziosa ed è piena di polpa di granchio appena pescato
  • Tacos: questo piatto messicano è ormai diventato il re della cucina americana. Puoi trovarlo in ogni ristorante ed è sempre ricco di ingredienti gustosissimi
  • BBQ: non ci sono BBQ al mondo più buoni di quelli americani, e questo perché quando la carne è di qualità e cotta a puntino anche per ore ti saprà sorprendere per morbidezza e sapore
  • Pancakes: queste frittellone sono conosciutissime anche da noi, ma in America potrai provare le originali, con sciroppo d’acero e aggiunta di panna o gelato

Letture consigliate

Guida di New York | New York insolita e segreta | Zia Mame

Cerchi un albergo a New York? Controlla le offerte su Booking

Ti potrebbe interessare