Curiosità sulla Sagrada Familia: tutto quello che devi sapere prima di visitare l’opera più famosa di Barcellona

La Sagrada Familia non è solo l’opera architettonica più visitata di Barcellona ma di tutta la Spagna. Ogni anno qui si riversano migliaia di persone a visitare quello che è il capolavoro assoluto dell’artista Antoni Gaudì.

10 curiosità della Sagrada Familia che non conoscevi

La costruzione della chiesa, come probabilmente saprai, non è ancora terminata ma nonostante questo la bellezza e la maestosità di questo luogo è unico. Al di là della bellezza ci sono alcune cose che devi sapere prima di visitare questo luogo e alcuni segreti che potrai scoprire una volta arrivato qui.

1. Il primo architetto non fu Gaudì

A differenza di quanto si possa pensare non fu Gaudì a posare la prima pietra. Il progetto originale era dell’architetto Francesc de Paula Villar, che a causa dei continui contrasti col comune decise di abbandonare l’impresa e lasciare a Gaudì il compito.

2. La costruzione va avanti da oltre un secolo

Gaudì iniziò la costruzione della Sagrada Familia nel 1882 e quando l’architetto morì nel 1926 la costruzione era solo a un quarto dell’intero progetto.  Gli ultimi anni della vita di Gaudì furono quasi interamente dedicati alla realizzazione del progetto che per questo motivo è così maestoso, come ultimo lascito dell’artista. A oggi si stima che la data finale per il completamento della basilica sarà nel 2026.

3. La scuola all’interno della Sagrada Familia

Durante i primi anni di costruzione della Sagrada Familia, Gaudí costruì una scuola all’interno della basilica per permettere ai figli degli operai impegnati della costruzione di continuare a studiare. Il luogo adibito a scuola oggi è quello che oggi ospita l’esposizione permanete sulla Sagrada Familia.

4. Sono tanti 150 anni per la costruzione della Sagrada Familia?

150 anni per realizzare la Basilica possono sembrare tanti… e in realtà lo sono! Sopratutto se pensi che per costruire le Piramidi si stima che ci siano voluti 20 anni, per la Grande Muraglia Cinese 200 anni e per il Colosseo soli 8 anni.

5. La tomba di Gaudì

La Sagrada Familia ospita la tomba di Antoni Gaudí. Per visitarla bisogna andare nei sotterranei dell’edificio e andare all’interno di una delle quattro cappelle. Più precisamente in quella dedicata alla Vergine del Carmen.

6. Ogni torre ha un suo preciso significato

Quando la Sagrada Familia sarà completata nel 2026, avrà 18 torri. 12 delle torri che saranno presenti rappresenteranno gli apostoli, quattro di loro rappresenteranno gli evangelisti, uno sarà designato per la Vergine Maria mentre l’ultimo, il più alto, rappresenterà Gesù Cristo. A oggi le torri non sono ancora 18 ma solo otto torri.

7. Il simbolismo della Sagrada Familia

All’interno della basilica della Sagrada Familia ci sono tantissimi simboli che collegano l’opera di Gaudì alla natura. Fra tutti, i pilastri somigliano a degli alberi e se provi a guardarli da diverse angolazioni sembrerà che gli alberi siano in movimento. Fra le altre figure presenti nella basilica ci sono anche delle tartarughe che sembrano reggere i pilastri.

8. Il quadrato magico della Sagrada Familia

Sempre per rimanere in tema di simboli e simbolismo usati da Gaudì, una volta qui cerca la facciata della Passione. Troverai un quadrato magico di 4 metri per 4 metri, la cui somma è sempre 33, l’età di Cristo alla sua morte.

9. Alcuni cercarono di abbatterla

Nel 1936, durante gli anni della guerra civile spagnola, un gruppo di anarchici incendiò la cripta e molti materiali importanti relativi alla costruzione andarono persi. Questo fu uno dei tanti motivi che rallentò così tanto la costruzione dell’edificio.

10. La Sagrada Familia è considerato patrimonio mondiale dell’UNESCO

Sebbene l’opera non sia ancora completata e la strada da percorrere per l’effettivo completamento sia ancora lunga, La Sagrada Familia è stata dichiarata Patrimonio dell’umanità nel 1984.

Cerchi un alloggio a Barcellona? Controlla su Booking | Agoda

Pronto a partire per la prossima avventura? Controlla le offerte su Booking

Letture consigliate

Dove andare quando: guida di viaggio mese per mese | Il libro dei viaggi | Viaggi senza tempo

Ti potrebbe interessare anche