Guida su come organizzare un viaggio in Romania

La Romania è un paese ricco di luoghi da visitare, cultura e arte, ed è tra le Nazioni in maggiore sviluppo in Europa dell’Est. Visitarlo il prima possibile permetterà di vedere la Romania ancora autentica e unica. E’ davvero semplice organizzare un viaggio in Romania, specialmente se si vogliono visitare Bucarest, la capitale, o i castelli in Transilvania, ma prima di pianificare il viaggio, ecco tutto quello che ti serve sapere prima di partire.

Informazioni sulla Romania

Per organizzare un viaggio in Romania ecco tutto quello che ti serve sapere.

Valuta e tasso di cambio

La Romania, anche se è entrata ufficialmente nell’Unione Europea nel 2007, non ha ancora adottato l’euro. Probabilmente entrerà nell’unione monetaria dopo il 2022. Fino al quel momento la moneta utilizzata è il LEU romeno. € 2 corrisponde a circa LEU 5 (aggiornato a marzo 2019). Si preleva facilmente ovunque, sia in città che nei borghi più piccoli turistici, mentre si possono trovare casse di cambio nelle strade principali di Bucarest o in aeroporto.

Visto e permessi

Facendo parte dell’Unione Europea non c’è bisogno di richiedere un visto turistico, ma la Romania non ha ancora soddisfatto i criteri di base per aderire allo spazio Schengen quindi per ora è ancora obbligatorio il controllo dei documenti. Si può accedere in Romania anche con la normale carta d’identità italiana.

Elettricità e prese elettriche

Le prese utilizzate in Romania sono le stesse che utilizziamo in Italia, quindi non ci sarà bisogno di comprare adattatori.

Sicurezza

La Romania è un paese abbastanza sicuro e vedrai tantissime persone passeggiare anche in tarda serata senza nessun problema. La situazione politica è stabile e le manifestazioni sono abbastanza rare, ma se ce ne fosse qualcuna tieniti a distanza per evitare di ritrovarti nel mezzo di scontri tra manifestanti e forze dell’ordine. Nelle principali città i crimini più diffusi sono piccoli scippi e borseggi, come in ogni altra grande città nel mondo, mentre se un poliziotto dovesse fermarti, specialmente nei pressi delle casse di cambio, chiedi sempre di visionare il tesserino da poliziotto, perché potrebbe essere una truffa.

In giro ci sono molti cani randagi, sempre meno in realtà, e sono tutti abbastanza docili. Rimani a distanza di grossi gruppi di cani randagi, specie nei parchi, perché potrebbero essere più aggressivi. In caso di morso, contatta subito un medico per controllare eventuali infezioni di rabbia.

Lingua

Il rumeno è una lingua latina e per questo motivo molte parole sono simile a quelle italiane, ma questo non vuol dire che si capisce facilmente quello che i romeni dicono. Nelle grandi città tutti parlano un po’ di inglese e non sarà difficile comunicare, ordinare al ristorante e spostarsi in città. Nei piccoli borghi invece l’inglese è meno diffuso ma comunque non avrai grossi problemi a farti capire.

Vestiario e cultura

Non ci sono grosse differenze a livello di vestiario o culturale rispetto all’Italia, quindi non dovrai rispettare regole particolari di comportamento.

Feste nazionali e celebrazioni

In Romania la fede è quella greco-ortodossa, perciò tutte le festività sono diverse da quelle cattoliche. La Pasqua è normalmente la settimana seguente a quella italiana, il Natale è uguale ma senza l’epifania, mentre a metà giugno, di domenica e lunedì si festeggia la pentecoste ortodossa. Tra le feste laiche invece di festeggia il 9 e 10 maggio la Festa dell’Europa e la giornata dell’indipendenza della Romania mentre il primo dicembre si festeggia la festa nazionale della Romania.

Trasporti

Spostarsi in Romania potrebbe non sembrare così semplice, ma essendo una nazione con un alto tasso di turismo non sarà difficile trovare mini bus, transfer e gite di uno o due giorni per visitare l’entroterra e la Transilvania.

A Bucarest e nelle principali città ci si sposta facilmente a piedi, con i mezzi pubblici (metro e tram) e Uber che qui costa pochissimo. Per spostarsi invece in altre zone è sempre preferibile la macchina per avere indipendenza e la massima mobilità.

WiFi e connettività

La Romania essendo parte della comunità europea prevede roaming gratuito per i cittadini UE. Ovunque funziona la linea 4G, mentre sono da poco cominciati i lavori per portare nel paese la linea 5G.

Viaggiatori gay in Romania

Essere gay in Romania è ancora difficile e ci sono pochissimi safe-space in tutta la Nazione. Basti pensare che a Bucarest, che ha circa 2 milioni di abitanti, ci sono solo 3 locali gay. Passeggiare mano nella mano o scambiarsi effusioni un pubblico potrebbe causare situazioni spiacevoli, ma anche se lentamente la situazione sociale sta cambiando, anche grazie alla forte influenza che ha sul Paese l’Unione Europea. Ogni anno, dal 2005, viene organizzato a Bucarest il Gay Pride e diversi festival di cinema ed eventi culturali a tematica LGBT vengono ospitati durante tutto l’anno nella Capitale.

Pianificare il viaggio in Romania

Qual è il miglior periodo per visitare la Romania? Il clima romeno non prevede mezze stagioni. Si passa da tormente di ghiaccio e neve in inverno a estati afose e caldissime. Il periodo migliore per visitare la Romania è in primavera quando quasi tutti gli alberi sono in fiore e i parchi sono un tripudio di colori e profumi. L’estate è invece un periodo ideale se di vuole fare un giro più lungo in Romania, toccando anche destinazioni balneari andando al mare o lago.

Budget approssimativo

La Romania è un paese molto economico ed è un’ottima scelta se si vuole fare un bel viaggio pagando poco e senza farsi mancare assolutamente nulla. Avrai la possibilità di pianificare un viaggio di lusso con un budget ridotto o spendere davvero molto poco scegliendo guest house o hotel a 3 stelle.

  • Hotel. Ostelli: € 10-15 a notte. Stanze in case o B&B: € 15-20 a notte. Hotel 2 o 3 stelle: € 25-40. Hotel lusso e resort: da € 40 a € 100.
  • Cibo. Street food o ristoranti di strada: € 1,5-2,5. Ristoranti: € 8-10. Ristoranti di classe: da € 20-25.
  • Alcolici. Birra al ristorante: € 2. Birra al bar: € 1,60. Cocktail: da € 5-8.
  • Trasposti. Gite di un giorno con pick up in hotel €60-70. Taxi da e per aeroporto: € 9. Biglietti tram e mezzi pubblici: da € 0,20

Cosa mangiare in Romania

Il cibo in Romania è molto vario e ricco di verdure. Quasi tutti i piatti prevedono la carne, perciò per un vegetariano e un vegano potrebbe essere più difficile trovare qualcosa da mangiare.

Il cibo in Thailandia è gustosissimo e molto vario in base alla zona che visiti o se stai viaggiando nell’entroterra piuttosto che nelle isole. Al mare il pesce e le grigliate la fanno da padrone mentre nell’entroterra sarà facilissimo trovare carne e noodles di ogni tipo nei market e nei ristoranti.

  • Ciorbă: zuppa preparata con tantissime verdure e carne, ma più tradizionale è quella con la trippa di maiale
  • Mici: niente gatti tranquillo! I Mici sono delle salsicce senza pelle che vengono grigliate e servite con senape, patate e pane
  • Sermale: questi involtini sono fatti con carne di maiale, spezie e riso avvolti in una foglia di cavolo delizioso. Normalmente si accompagnano alla polenta
  • Pastrami: simile al prosciutto cotto, il pastrami è un tocco di carne, si trova anche di orso, cotto con tante spezie e affettato come un salume. Sono famosissimi i panini al Pastrami
  • Torte al formaggio: la sfoglia è una regina nella cucina romena, e le pizze rustiche al formaggio potrai trovarle dappertutto

Cerchi un albergo a Bucarest. Controlla le offerte su Booking

Letture consigliate

Guida RomaniaGuida Bucarest | Dracula

Ti potrebbe interessare