Alhambra di Granada

Tutte le informazioni utili per vedere l’Alhambra di Granada: cos’è, cosa vedere come acquistare i biglietti online

Granada è per noi la città più bella dell’Andalusia. L’abbiamo detto in un articolo precedente e non c’è posto migliore per trascorrere un weekend unendo arte, cultura e buon cibo. Per non parlare poi delle tapas e di uno spettacolo davvero unico al mondo.

Quello che rende Granada così bella e unica nel suo genere è l’Alhambra. Ma cos’è esattamente? E cosa c’è da sapere prima di visitare questo patrimonio Unesco?

Granada cosa fare e cosa vedere

Alhambra: l’origine e la storia

Innanzitutto l’Alhambra è un complesso di palazzi e il suo nome deriva dalla traduzione qalat-al-hambrá, il suo antico nome che significa “La Rossa”. L’origine di questo nome è dubbio ma le ipotesi più accreditate sono due. Una vede l’origine del noma dai materiali utilizzati per la costruzione dei palazzi, l’altra un po’ più romantica si deve al colore che la fortezza assume durante il tramonto.

La costruzione dell’Alhambra inizio nel 1232 ed è l’apoteosi dello stile islamico e mudejàr andaluso. A differenza di quello che si possa pensare, l’Alhambra è una vera e propria cittadina che ha continuato a essere utilizzata anche dopo la cacciata degli arabi dalla Spagna.

I principali palazzi che compongono l’Alhambra, entrato a far parte dei patrimoni custoditi dall’UNESCO nel 1984, sono 3: Alcazaba, los Palacios Nazaries e il Generalife.

Alcazaba

L’Alcazaba è l’edificio che in genere si visita per primo in quanto più faticoso. È stato il primo edificio a essere costruito ed è di forma triangolare, questo per permettere di essere controllato meglio in caso di attacco. Inizialmente venne usato a scopi difensivi e poi come residenza.

I Palazzi Nasridi – los Palacios Nazaries

I Palazzi Nasridi sono visitabili solo nell’orario stampato sul biglietto. Questo luogo era destinato a casa reale, il luogo nel quale si svolgeva la vita sociale e familiare dei Nasridi, l’ultima dinastia musulmana a regnare in Spagna. Il complesso si compone di  3 edifici, costruiti in periodi diversi e con funzioni diverse. Il Mexuar è l’edificio più antico nel quale si svolgevano le udienze, il Comares fu la residenza ufficiale e mentre quello dei Leones, era l’edificio nel quale avevano accesso solo e soltanto i parenti più stretti.

Granada_cosa vedere

Il Generalife

Il Generalife è l’edificio dove godere del silenzio e dell’armonia di questo luogo con la natura. Questo luogo era adibito alla coltivazione e all’allevamento di animali, e una volta dentro verrete accolti da tantissime piante, fiori e rose. Il suo nome deriva da “Yannat-al-arif” che significa giardino dell’architetto. Oltre a orti e roseti, qui troverai anche un palazzo bellissimo, reggia nasrida usata come zona di controllo.

Come arrivare all’Alhambra

Ci sono tanti modi per arrivare qui. Puoi arrivare in taxi, in autobus o a piedi. L’autobus è la soluzione più comoda ed economica. La linea che arriva all’Alhambra è la C3 e il costo del biglietto è di 1,20 euro. Si può arrivare anche a piedi ma la camminata è in salita su una collina: bisogna avere molto fiato e sopratutto molta voglia di farsi la scarpinata.

Biglietti per l’Alhambra

Se qualcuno vi dice che troverete facilmente i biglietti per accedere all’Alhambra allora vuol dire che non c’è mai stato. Prenota per tempo i biglietti e come ultima spiaggia (ma proprio ultima) recati in bigliettera almeno con un’ora di anticipo rispoetto l’apertura della biglietteria. Ogni giorno infatti vengono venduti dei biglietti fuori dal circuito di vendita internet ma come si può immaginare vanno a ruba.

Gli accessi all’Alhambra sono limitati e non vorrai mai essere a Granada e non visitare uno dei suoi tesori meglio custoditi.

Il biglietto che acquisterai tramite web dovrà essere convertito nel ticket di ingresso. Per questo è necessario oltre al documento di prenotazione, la carta d’identità di chi ha fatto l’ordine e lacarta di credito utilizzata per il pagamento.

granada: Get Your Guide

Serva una guida per visitare l’Alhambra?

Durante la nostra visita non abbiamo utilizzato la guida, ma abbiamo noleggiato una audioguida al costo di 6 euro. E secondo noi è una scelta essenziale per capire la grandezza di questo luogo. Per l’acquisto dell’audioguida, dovrai lasciare il numero di carta di credito che verrà cancellato dai loro sistemi non appena l’audioguida viene restituita integra al desk. Importantissimo: ricordati di consegnare la guida nello  ma, grande fregatura, deve essere riconsegnata obbligatoriamente nello stesso identico punto nel quale l’avete presa.

Cerchi un alloggio a Granada? Controlla le offerte su Booking

Letture consigliate

Alhambra – Libro fotografico | Guida di Granada | Guida dell’Andalusia

Ti potrebbe interessare

granada: Get Your Guide

By | 2018-09-11T21:35:03+00:00 settembre 20th, 2018|Europa, News, Spagna|0 Comments

Leave A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Iscriviti alla newsletter

* Campi obbligatori