Storia LGBTQ e giro dei pub: alla scoperta del West Village con una local

Da tempo volevamo visitare insieme New York e quale migliore occasione per visitare la Grande Mela se non quella del World Pride?

Abbiamo trascorso qui 5 giorni alla scoperta della città, studiato per filo e per segno un itinerario per vedere New York in poco tempo e scoperto tantissimo della vita gay di questa città.

5 luoghi che potrai scoprire con Jillian, la nostra host di Airbnb Experiences

Ci siamo innamorati subito di New York, e parte di questo innamoramento folle è stato merito della nostra host di Airbnb Experiences che ci ha tenuto compagnia per 3 ore e portati, fra una birra e l’altra, alla scoperta della storia gay di New York. Ecco quindi quali sono alcuni dei luoghi che potrai scoprire a New York in compagnia di Jillian.

Julius

Il Julius è uno dei primi luoghi che visitiamo. Un luogo con una storia molto importante e che in pochi conoscono. L’avevamo già raccontata in un post sulla storia gay segreta di New York. Questo bar fu il teatro di una delle prime rivolte di questa città. Nel 1966 infatti era in vigore una legge che vietata ai baristi di servire da bere ai gay, e proprio al Julius si tenne una rivolta che passò alla storia come “sip-in“. I membri della Mattachine Society John Timmons, Dick Leitsch, Craig Rodwell e Randy Wicker, il 21 aprile del 1966 entrò nel bar, chiese da bere e una volta avuta la birra disse al barista di essere gay. Una storia molto semplice, ma che è immortalata in una foto che ha fatto il giro del mondo in quegli anni e che è diventato il simbolo del Julius.

Christopher Park

Christopher Park si trova proprio di fronte allo Stonewall Inn,  ed è stato al centro del movimento per i diritti LGBT sin dalla storica rivolta del 1969.

Questo piccolo parco fa parte del registro nazionale dei luoghi storici di Stonewall dal 1999 ed è fra i monumenti storici nazionali dal 2000.

Big Gay Ice Cream

Una gelateria non convenzionale, dove prendere un gelato fra i più buoni del Village e scattare una delle foto più instagrammabili di sempre.

Siamo arrivati qui con Jillian che ci ha consigliato il gelato Dorothy: vaniglia ricoperta di dulce de leche e croccante. Da leccarsi i baffi!

Visualizza questo post su Instagram

Un post condiviso da Big Gay Ice Cream (@biggayicecream) in data:

AIDS Memorial

Il New York AIDS Memorial si trova a West 12th street & Greenwich Ave, poco distante dal Gay Center. Un luogo di contemplazione e riflessione e fra i più profondi monumenti sull’AIDS del mondo.

Questo monumento si trova proprio vicino all’unico ospedale che durante gli anni dell’epidemia accettava di curare gli omosessuali.

Essere qui ci ha fatto pensare a quante vite ci hanno lasciato per paura, disinformazione e ignoranza di chi si rifiutava di curare queste persone.

Pleasure Chest

Un sex shop senza fronzoli, dove entri, ti senti a casa e dimentichi quel senso di vergogna tipico di ogni sex shop. E come ha tenuto a precisare è super informative. Ed è vero, i commessi e le commesse di questo negozio sapranno consigliarti al meglio su ogni tipo di acquisto: dalle spillette ai vibratori, dalle cartoline all’intimo!

Non è un caso che questo negozio è apparso anche in una puntata di sex and the city! La connessione con il tour sulla storia LGBTQ di New York? La scoprirete partecipando a questo tour!

Perché ci è piaciuta questa esperienza?

Siamo utenti di Airbnb da tantissimo tempo e siamo anche host di 3 experiences a Mialno. A noi piace utilizzare Airbnb perché ti permette di conoscere tantissime persone del posto come Jillian.

La cosa bella è che con lei, ma anche con le persone che incontriamo durante le nostre esperienze si instaura un rapporto di amicizia sin da subito.

PS: Con questo link potrai ricevere uno sconto del 10% da utilizzare su Airbnb. Mica male!

Letture consigliate

Guida di New York | New York insolita e segreta | Zia Mame

Potrebbe interessarti anche