Salerno: la perla della Campania

Situata nella parte settentrionale dell’omonimo golfo, da millenni, una ridente città prospera che continua a sorprendere ed affascinare i viaggiatori. Qui arrivano da tutte le parti del mondo per visitare le sue incredibili bellezze naturali e paesaggistiche. Una città in una posizione strategica, a metà fra la costiera amalfitana e quella cilentana, due delle zone più belle ed emozionanti di tutta la penisola.

Questa città è Salerno, secondo centro della Campania per numero di abitanti, che negli ultimi decenni ha saputo rilanciare la propria immagine valorizzando al meglio il proprio patrimonio artistico e culturale e cercando di diventare, sempre di più, una città europea.

Una città principato

Storicamente Salerno ha sempre subito meno degli altri centri campani l’influenza di Napoli ed ha sempre rivendicato il proprio ruolo di “Principato Autonomo”. Non è un caso che  un vecchio detto popolare recita: “Si Saliern teness u puort, Napule foss mort”, ovvero, “se Salerno avesse un porto, Napoli sarebbe morta”.

Se, da un lato, probabilmente le cose non stanno proprio così, in quanto sono troppo diverse le storie e le caratteristiche delle due città campane, dall’altro questo proverbio ci fa capire quale sia il modo di pensare del popolo salernitano che, da secoli, è abituato a scrivere autonomamente la propria storia.

La forte rivalità con la vicina Napoli si rivive, ovviamente, anche nel calcio. Nonostante il Napoli militi da anni nel campionato di serie A, e dando un’occhiata alle quote sulla Serie A di Betfair è tra le favorite alla vittoria del prossimo scudetto, e la Salernitana giochi da anni in serie B, i partenopei sono visti da sempre come “acerrimi nemici”.

guida gay locali gay positano gay costiera amalfitana e sorrento

Salerno nella storia

Nel corso dei secoli Salerno ha sempre rifuggito l’idea di vivere sotto l’ombra della vicina Napoli ed è riuscita a ritagliarsi il proprio spazio nella storia. Questo già dagli anni della dominazione longobarda, passando per la creazione e l’affermazione della Scuola Medica Salernitana, prima università di medicina al mondo, sino ad arrivare ai mesi in cui, al finire della Seconda Guerra Mondiale, come ricordato in un recente articolo di La Repubblica, ha rivestito il ruolo di Capitale d’Italia.

Una posizione strategica

Salerno poi è una città ricca di storia, monumenti, bellezze architettoniche e paesaggistiche e si trova in una posizione assolutamente strategica, a circa 5 km dai primi comuni della Costiera Amalfitana ed a poco meno di 40 km da quella cilentana.

Salerno, oltre ad offrire ai turisti le bellezze del Castello Arechi, il Duomo, il centro storico dalla storia centenaria ed i vari monumenti e musei archeologici sparsi per la città, si trova in una posizione invidiabile che permette ai visitatori di raggiungere in modo molto semplice sia i piccoli gioielli della costiera Amalfitana come Vietri, Amalfi, Cetara e Positano, che i centri museali e balneari della costiera Cilentana come i templi di Paestum, a meno di 30 km dal capoluogo, Castellabate (paese in cui è ambientato il celebre film “Benvenuti al Sud”), sino ai paesi del mito: Palinuro e Marina di Camerota.

Visitare Salerno è un’esperienza che vale la pena di fare almeno una volta nella vita: bellezze naturali e monumentali, ospitalità calorosa e buon cibo sono solo alcuni dei motivi che ti faranno innamorare della città campana.

Letture consigliate: Salerno: guida turisticaGuida di Napoli | Napoli insolita e segreta

Cerchi un alloggio a Salerno? Controlla su Booking

Ti potrebbe interessare

By | 2018-11-06T23:19:58+00:00 novembre 7th, 2018|Europa, Italia|0 Comments

Leave A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Iscriviti alla newsletter

* Campi obbligatori