Ci sono alcune zone in Italia che possono essere visitate al meglio solo viaggiando on the road e quando si parla di viaggiare “in strada” non c’è miglior modo di farlo se non in camper. E se ci delle località meravigliose da visitare in tutta Italia, una delle più interessanti e tutta ancora da scoprire è la Tuscia, ovvero un’area tra il Lazio e la Toscana ricca di storia antichissima, panorami mozzafiato, cucina autentica e gustosa oltre che relax grazie alle terme naturali che qui sgorgano da secoli e secoli. Ecco l’itinerario in camper definitivo da fare in Tuscia e tutti i consigli per noleggiare un camper in modo facile e veloce.

Perché scoprire la Tuscia in camper?

Il motivo per cui questo itinerario è perfetto da visitare in camper è perchè la Tuscia è una zona davvero vasta e con tantissime cose da vedere, perciò per  evitare di dover perdere ore e ore in automobile facendo avanti e indietro da un hotel o per non dover fare e disfare la valigia per cambiare hotel ogni giorno, il camper aiuta a spostarsi, arrivare praticamente nei luoghi più interessanti da visitare per poi fermarsi a dormire o spostarsi con tutti i comfort di casa propria. 

Inoltre il camper ti permette di viaggiare in sicurezza, di poter portare con te davvero tutto il necessario, di non doverti preoccupare di prenotare hotel e stanze, perché se un luogo visitato non ti piace potrai spostarti liberamente per raggiungerne un altro senza problema. 

Noleggia il camper con Goboony per risparmiare

Se in passato i viaggi in camper erano particolarmente proibitivi, perché il costo d’acquisto di un camper potrebbe essere molto alto, adesso fortunatamente ci sono delle soluzioni alternative, e la migliore è noleggiarne uno con Goboony. Goobony è una piattaforma online dove i proprietari di camper e viaggiatori si possono conoscere e incontrare per poter noleggiare un camper, praticamente di ogni tipologia. Dai camper super vintage tipo i Volkswagen a quelli di lusso, qui potrai entrare in contatto con tantissimi proprietari per noleggiare quello migliore per te e cominciare il tuo viaggio. 

Come funziona Goboony

In breve Goboony ti permette di noleggiare un camper da un privato assicurandoti il massimo della sicurezza a 360 gradi. Il processo di noleggio è talmente tanto semplice che si può riassumere così: 

  • Trova il camper che più ti si addice
  • Entra in contatto con il proprietario
  • Prenota il camper 
  • Effettua il pagamento sulla piattaforma così da essere tutelati 
  • Ricevi assistenza sempre, prima, durante e dopo il noleggio

Per questo itinerario alla scoperta della Tuscia il noleggio con Gobonny parte da Roma, città vicinissima al lago di Bolsena e Viterbo, dove è anche facile trovare moltissimi camper a disposizione. Alla fine dell’articolo potrai trovare anche gli indirizzi utili su dove parcheggiare il camper nelle destinazioni presenti nell’itinerario. 

Itinerario in Tuscia con camper: tra relax, storia e ottimo cibo

L’itinerario nella Tuscia parte da Roma, dove è possibile noleggiare il camper con Gobonny e da qui raggiungere subito il lago di Bolsena, il punto più distante di questo itinerario. Dopo aver visitato il lago, che in realtà è un antichissimo cratere di un vulcano ormai estinto, tra borghi medievali e luoghi da favola, ci si sposta a Civita di Bagnoregio, la città che muore. Dopo Civita sarà la volta di Viterbo, tra quartieri medievali e bagni termali per poi tornare a Roma passando da Caprarola per visitare la meraviglia nascosta che è Villa Farnese. 

Lago di Bolsena: tra vulcani e antiche leggende

La prima tappa di questo itinerario è il lago di Bolsena, il più grande lago di origine vulcanica in Europa. Il punto migliore dove lasciare il camper è proprio la cittadina di Bolsena che ti accoglierà con la sua vita frizzante da destinazione turistica d’altri tempi. Visita la città passeggiando con calma. Qui potrai vedere diversi luoghi come: 

  • Rocca Monaldeschi della Cervara
  • Millenaria Basilica di Santa Cristina

Ma se c’è una cosa bella da fare a Bolsena a tutti i costi è un giro in barca, per scoprire la meraviglia del lago e dell’Isola Martana, che come vedrai, è proprio il bordo del cratere dell’antico vulcano ormai ricoperto dall’acqua. Se il tempo è bello potrai tuffarti nell’acqua verde smeraldo del lago, o visitare anche le spiagge vulcaniche di sabbia nera del lago di Bolsena. 

Se hai più giorni a disposizione, visita anche il pittoresco borgo di Marta, dal lato opposto a Bolsena. Qui potrai goderti la tranquilla vita locale e gli accessi al lago, ma non dimenticare un pranzo o una cena al ristorante da “Otello”, uno dei migliori per assaggiare la cucina di lago, e visita la vicina rocca di Capodimonte, luogo dove è nata la leggenda de “La Bella e la Bestia”. 

Civita di Bagnoregio: la città che sta morendo

Civita di Bagnoregio non ha bisogno di presentazioni, perché negli ultimi anni questo piccolo borgo è diventato tra i più famosi in Italia. Qui potrai visitare il borgo e assaggiare dei piatti tipici davvero ottimi. 

Viterbo: tra relax e medioevo 

Viterbo è un bellissimo borgo della Tuscia patrimonio dell’UNESCO per i suoi quartieri medievali. Rimani qui per qualche notte, per poterti godere al massimo questa piccola città gironzolando tra le antiche strade piene di fiori e di storia, ma soprattutto per rilassarsi e sciogliere ogni muscolo nelle terme naturali che qui sgorgano da prima che ci fossero gli etruschi. 

Inoltre uno degli stabilimenti migliori, “Il Bagnaccio”, gestisce anche un’area attrezzata per camper, proprio accanto all’ingresso delle terme. In questo modo potrai avere tutti i comfort per poter gestire il camper, visitare la città la sera immergerti nelle acque bollenti del Bagnaccio che è aperto dall’alba a mezzanotte. 

Caprarola: la gemma nascosta della Villa Farnese

Prima di tornare a Roma e lasciare il camper al suo proprietario, passa per Caprarola. La strada per raggiungere questo borgo nascosto nella Tuscia vale tutto il viaggio. Immersi letteralmente nella natura, le strade passano nel mezzo di un fitto bosco che a ottobre si trasforma in un tripudio di colori che vanno dal giallo al rosso. Qui potrai fermarti anche per fare delle passeggiate nella natura o un pic nic sul lago di Vico. 

Mentre una volta arrivati a Caprarola, non devi assolutamente perdere la visita alla Villa Farnese, un gioiello italiano d’arte e architettura ancora sconosciuto a molti. E se le stanze interne con gli affreschi ti affascinano, prenditi del tempo anche per passeggiare nel pittoresco giardino all’italiana, uno dei più belli mai realizzati. Alla fine della visita rilassati e prova uno dei tanti ristoranti tipici del posto. Qui la parola d’ordine è solo una: tartufo!

Aree attrezzate per i camperisti in Tuscia

Puoi parcheggiare il camper praticamente ovunque, ed è questo il plus di viaggiare con un camper, ma in Tuscia puoi trovare tantissime aree attrezzate pensate proprio per i camperisti e per i servizi necessari per il tuo camper. 

  • Bolsena: area attrezzata gestita dall agriturismo “La Piantata”
  • Marta: area attrezzata per camper chiamata “Kronos”
  • Bagnoregio: parcheggio per camper in piazzale dei Bersaglieri e in viale Diaz, di fronte al cimitero comunale. Bisogna pagare il biglietto di parcheggio giornaliero ai parcometri 
  • Viterbo: area attrezzata gestita dallo stabilimento termale “Il Bagnaccio”
  • Caprarola: area parcheggio camper in Piazzale Caduti di Nassirya