Cosa vedere a Firenze: 15 posti segreti e insoliti che anche i fiorentini non conoscono

Visitare Firenze significa rimanere a bocca aperta in ogni angolo delle strade perché questa è una città che ha visto la storia passare tra le sue strade, ma anche se ci sono libri interi dedicati a Firenze e guide con centinaia di pagine, ci sono alcune cose di questa città che difficilmente troverai nelle guide turistiche ufficiali. Alcune di queste sono delle vere e proprie chicche da vedere a Firenze, ecco tutte le cose segrete e insolite di Firenze da vedere che nemmeno i fiorentini conoscono.

15 luoghi sconosciuti e segreti di Firenze

C’è sempre un buon motivo per visitare Firenze e se vuoi cercare qualcosa di insolito e segreto, questa è la città giusta perché qui ci sono luoghi segreti e poco conosciuti da scoprire immediatamente.

Borgo San Jacopo è uno di quei quartieri di Firenze rimasto un po’ in disparte. Ma è il posto ideale se hai voglia di un po’ di quiete e godere della bellezza del Ponte Vecchio lontano dai tantissimi turisti che ogni giorno affollano la città.

La testa di pietra

Una testa di pietra spunta proprio sulla parete della Chiesa di Santa Maria Maggiore, in via De’ Cerretani. Questa testa misteriosa nessuno sa perché è stata messa lì, ma si sa solo che osserva i passanti da almeno il 1320. Negli anni si sono create diverse leggende su questa testa, tra cui quella della maledizione di un astrologo che prima di essere messo al rogo maledì la donna che l’aveva denunciato trasformando la sua testa in una scultura di pietra. 

La finestra maledetta

Se si guarda bene Palazzo Grifoni, si potrà notare una finestra semi aperta che non viene mai chiusa. Pare che all’interno di questo palazzo si fosse trasferita a fine ‘500 una donna, ma poco dopo suo marito dovette partire per la guerra. La donna passava ore a quella finestra scrutando la strada in attesa del ritorno del marito che però non fece mai ritorno. Quando la donna morì, i proprietari del palazzo chiusero la finestra, non appena lo fecero i quadri cominciarono a cadere, le candele si accesero e tutti i mobili si misero a tremare e muoversi. Solo all’apertura della finestra tutto tornò calmo, e per questo motivo da quel giorno non fu mai più chiusa. 

I leoni di Firenze

Se passeggi per le strade di Firenze, noterai tantissime statue di leoni e felini. Questi leoni, chiamati marzocco, sono i protettori della città e si dice che a Firenze vivevano tantissimi leoni e felini in genere perché erano degli animali particolarmente amati da Guglielmo I di Scozia, al punto da riempire la città anche di statue, fino a che anche una strada prese il nome di “via dei leoni”.

Il porcellino e Harry Potter

Sotto la loggia del Mercato nuovo di Firenze puoi vedere una strana fontana a forma di porcellino. Pare che mettendo una moneta nella bocca del porcellino, se cadendo finisce nel tombino dotto la statua, si potrà avverare un desiderio. Ma questa strana fontana che da sempre affascina i passanti, è stata notata anche dai creatori di Harry Potter, che decisero di inserirla nel magazzino di Hogwards e anche sulle colonne del cancello di ingresso al castello.

Museo di San Marco

Non è certamente un must-see ma se hai più tempo del classico weekend perchè non visitare questo museo? Il Museo di San Marco si trova all’interno del monastero domenicano, un vero e proprio capolavoro architettonico realizzato da Michelozzo. Al suo interno potrai ammirare opere d’arte del XVI secolo. Fra le più belle quelle di Beato Angelico e Domenico Ghirlandaio.

Via Toscanella

Ogni città ha la sua zona dedicata alla street art ed è per questo che una visita qui non può mancare. Vicino Piazza Pitti c’è una piccola stradina con tantissime opere di street art. Prenditi del tempo per percorrere questa strada e lasciati sorprendere dalla quantità di opere concentrate in un’unica stradina.

Fototessere di altri tempi

Nate da un collettivo di artisti che volevano riportare in vita le vecchie cabine delle fototessere, Fotoautomatica sono delle cabine analogiche dove poter fare delle foto in bianco e nero come si faceva tanti anni fa. Queste cabine che si possono trovare qui a Firenze e a Berlino, promettono di scattarti diverse foto e farti godere il tempo dell’attesa in cui le foto vengono stampate come si faceva tempo fa. Ce ne sono di diverse in giro per Firenze e sono un bel modo per portarsi a casa un souvenir unico da Firenze.

Il bassorilievo nascosto di Michelangelo

Proprio dietro la statua di Ercole all’ingresso di Palazzo Vecchio, tra i massi del muro del palazzo, si può vedere uno strano bassorilievo appena abbozzato che pare essere stato attribuito non a uno scultore a caso ma proprio a Michelangelo. Come per tutti i segreti, non si conoscono i motivi per cui Michelangelo ha abbozzato un volto sul muro, ma si pensa sia il ritratto di un uomo che importunava Michelangelo con mille domande. Per farlo zittire Michelangelo stesso dedicò a lui questo bassorilievo appena abbozzato. 

Clet

Sempre per continuare a parlare di street art, non puoi non notare i segnali stradali di Firenze. Alcuni di questi sono decorati da un’artista locale molto conosciuto fra gli street artisti. Il suo nome è Clet e dal 2010 è operativo a Firenze e decora molti dei segnali stradali della città.

Il segreto di Perseo con la testa di Medusa

Loggia dei Lanzi è fra i tesori e gli angoli nascosti più incredibili di Firenze. Qui potrai ammirare tantissime sculture di artisti italiani di ogni epoca ma quella che ti ruberà lo sguardo sara quello di Perseo con la testa di Medusa di Benvenuto Cellini. Ma in pochi notano un dettaglio segreto proprio su questa Statua.

Dietro l’elmetto di Perseo, Benvenuto Cellini ha lasciato una firma unica e segretissima, il suo autoritratto ben nascosto. Se guardi bene l’elmo potrai vedere un volto che è proprio quello di Cellini che ha realizzato l’opera.

Il sasso di Dante

Dante era famosissimo perché aveva una memoria di ferro e proprio qui a Firenze un giorno, mentre sedeva su un sasso, un passante si fermò e gli chiese quale fosse il suo cibo preferito. Dante rispose che era l’uovo. Anni dopo Dante era seduto sulla stessa pietra e per puro caso ripassò la stessa persona di qualche anno prima che per sfidare la memoria del poeta gli chiese: “con cosa?”. Dante senza pensarci minimamente rispose: “con il sale”, a prova della sua grandissima memoria. Quel sasso si trova ancora a Firenze e si può andare a vederlo, magari migliora la memoria.

Officina Profumo Farmaceutica

L’Officina Profumo Farmaceutica è una farmacia fondata dai frati domenicani nel 1221 e si trova proprio nei paraggi della stazione di Santa Maria Novella. Il posto perfetto non solo per comprare medicine (che non si sa mai) ma anche profumi e eau de toilette.

Storia segreta gay di Firenze

Non tutti sanno che Firenze ha una storia gay antichissima. Basti pensare che la prima manifestazione in assoluto al mondo per i diritti gay è stata fatta proprio qui nel rinascimento. Tra strade antiche che nascondevano osterie frequentate solo da uomini e curiosità uniche nel loro genere, Firenze ha una storia gay segreta che è arrivato il momento di scoprire.

Schiacciata fiorentina e street food

Ok, questo posto non è un grande segreto, ma all’Antico Vinaio ci si deve fermare a tutti i costi per una pausa gustosissima e fiorentina al 100%. Qui potrai assaggiare la schiacciata toscana ripiena con tantissimi prodotti tipici del posto a scelta tra salumi, sott’olio e mille altri ingredienti.

Villa Demidoff

Villa Demidoff (o Villa Medicea di Pratolino) si trova a poco meno di mezzora dal centro di Firenze. Un posto incredibile e fermo nel tempo. Si tratta di una villa con uno splendido giardino al cui interno potrai ammirare l’enorme Colosso dell’Appennino realizzato da Giambologna.

I luoghi di segreti di Firenze su Google Maps

In questa mappa trovi tutti i luoghi presenti in questo post. Puoi salvarli in automatico su Google Maps per poterli avere sempre a portata di mano.

Ti è piaciuto? Salvalo su Pinterest!