Cosa fare e cosa vedere a Como: itinerario di un giorno con 10 cose da fare e da vedere da non perdere

Il lago di Como è facile da raggiungere da Milano ed è ben collegato con i treno, infatti da Milano ci vuole poco più di un’ora per raggiungere Como. Per questo motivo Como è diventata una destinazione molto frequentata sia dai turisti internazionali, ma anche dagli italiani in cerca di un’immersione con la natura, buon cibo, musei e tantissimi borghi incredibili da visitare.

Ma Como non è solo una città dove transitare, ma è un borgo incredibile da visitare perché è ricco di sorprese, angoli emozionanti e scorci indimenticambili.

Itinerario di un giorno a Como: le migliori 10 cose da fare e da vedere

Como è una città incredibile, con una storia antichissima e tantissime cose da fare e da vedere. Ecco le 10 migliori. Inoltre alla fine di questo articolo potrai trovare tutti i luoghi di Como in una cartina di Google Maps da salvare nel tuo smartphone.

1. Duomo di Como

La Cattedrale di Como è una delle cose da vedere almeno una volta. La costruzione è durata quasi 400 anni (dal 1396 al 1740) e concluso con l’elevazione della cupola di Filippo Juvara, architetto del re di Sardegna. La facciata è ricca di decorazioni con guglie e pinnacoli e l’interno in stile gotico è decorato con opere d’arte molto importanti fra le quali le tele di Bernardino Luini e arazzi rinascimentali.

  • Orari: giorni feriali dalle 10.30 alle 17.00 e nei giorni festivi dalle 13.00 alle 16.30
  • Costo: gratuito

2. Palazzo Broletto

Il Broletto è l’antico palazzo comunale costruito nella prima metà del Duecento. All’interno del Palazzo Broletto si tenevano le assemblee dei cittadini. Nel Quattrocento divenne un teatro per poi essere utilizzato fino alla fine dell’Ottocento come archivio notarile. Oggi qui è possibile assistere a stupende mostre d’arte.

  • Orari: aperto in base alle mostre e manifestazioni
  • Costo: gratuito

3. Le vie del borgo medievale

Camminare per le vie dell’antico borgo medievale di Como ti fa tornare indietro nel tempo. Via Vitani in particolare è una delle poche strade esistenti in grado di richiamare alla memoria l’antica costruzione della città.

4. La dama nascosta

Dama alla finestra a Como

In via Vitani si nasconde un tesoro rinascimentale che neanche tanti comaschi conoscono. Si tratta di un vero tesoro nascosto: un affresco del cinquecento conservato in perfetto stato ritrae una misteriosa Dama alla Finestra.

La fantastica grigliatura, le venature dipinte del legno e gli abiti sembra dirci che qui abitava una dama davvero facoltosa.

5. La funicolare

Viene utilizzata dai comaschi e dai turisti sin dalla sua apertura nel 1894. Da qui si può raggiungere in appena 7 minuti e a bordo del caratteristico BruCo il paese di Brunate che viene chiamato amorevolmente il “Balcone delle Alpi”. Una volta su sarà facile capire il perchè!

  • Orari: lunedì al venerdì 6:00 alle 22:30, sabato ed estate fino alle 24:00
  • Costo: € 3

6. Villa Olmo

Il Lago di Como e le Ville sono uniti da un legame che sembra indissolubile. Sono patrimoni unici che racchiudono maestosi giardini e parchi botanici. Villa Olmo è una di queste e merita sicuramente una visita.

  • Orari: martedì-domenica dalle 10.00 alle 18.00
  • Costo: gratuito

7. Life Electric

Como ha un forte legame con il suo cittadino più famoso: Alessandro Volta. A lui sono dedicati il Tempio Voltiano, eretto nel centenario della sua morte nel 1927, e la recente scultura che si erge in mezzo al lago. Life Electric è stata inaugurata nel 2015 e realizzata da Daniel Libeskind come dono alla città di Como. La scultura realizzata in acciaio inossidabile è alta quasi 14 metri e si trova al termine della diga foranea di fronte a Piazza Cavour: il salotto della città.

  • Orari: sempre aperto
  • Costo: gratuito

8. Monumento alla Resistenza europea

Il monumento alla Resistenza europea è stato realizzato dall’artista milanese Gianni Colombo (lo stesso del Momunemto a Sandro Pertini a Milano in via Manzoni) ed è stato inaugurato nel 1983.

Il monumento è costituito da tre scale dove sono riportate scritte di condannati a morte nella seconda guerra mondiale. Fra queste scale è presente anche la famosa scala in grado di dare l’illusione di scendere quando si sale, e di salire quando si scende. Il monumento si trova all’ingresso della diga foronea, vicino al Tempio Voltiano.

9. Faro Voltiano

L’avresti mai detto che i fari esistono anche sui laghi? E questo in particolare è davvero speciale. Si trova nella parte più alta sopra Como e da qui potrai vedere una vista indimenticabile sul Lago. Il faro è visitabile, anche non sempre il custode è presente, quindi è un po’ un terno a lotto, ma venire qui al tramonto sarà una delle cose più belle in assoluto che puoi fare a Como.

10. Alla scoperta del lago

Como è anche il punto più comodo per visitare gli altri borghi e le ville storiche che si affacciano sul Lago di Como, e andare in giro è davvero semplice. Appena arrivati con il treno, potrai trovare un porticciolo con delle barche locali che fanno un giro circolare sul lago, fermandosi in tutti i borghi. Puoi acquistare un biglietto della validità di un giorno per girare la zona in tranquillità e prendere la barca tutte le volte che vuoi.

Vita gay a Como: dove andare e recensioni

Como è una città molto frequentata specialmente tra i turisti e per questo motivo qui è facile incontrare tantissime persone LGBTQ+, specialmente in estate. Ci sono locali e ristoranti gay-friendly nelle principali città sul lago di Como, scoprile tutte.

I luoghi di Como su Google Maps

In questa mappa trovi tutti i luoghi presenti in questo post. Puoi salvarli in automatico su Google Maps per poterli avere sempre a portata di mano.

Esperienze uniche da fare a Como

Se stai cercando un’esperienza unica da fare a Como prova a cercare tra tutte le experience di Airbnb per poter fare delle attività incredibili e inusuali.

Cerchi un alloggio a Como? Controlla su Booking

Letture consigliate: 111 luoghi del Lago di Como | I giardini del lago di ComoGuida di Milano e Lombardia |

Ti potrebbe interessare