Un giro in bicicletta verso la Venaria Reale

Quando ti viene il pallino della bicicletta è così. Non ci puoi fare nulla! E allora complice una giornata estiva non troppo calda ci mettiamo a controllare quali siano gli itinerari da poter fare in bicicletta.

Non siamo molto esperti, quindi cerchiamo qualcosa di non troppo difficile ma che ci permetta una sosta in un posto bello da vedere. Così siamo partiti alla scoperta di questo itinerio in bicicletta che ci ha condotto dalla Stazione Porta Susa di Torino alla Venaria Reale.

Venaria Reale

In bici da Torino a Venaria Reale: Itinerario

Decidiamo di partire da Milano e caricare la nostra bicicletta su un treno regionale. Una volta arrivati in stazione ci mettiamo in sella ed eccoci partiti alla volta della Venaria Reale.

Il percorso è molto piacevole ed è quasi tutto su pista ciclabile. Ancora un lusso per gli amanti della bicicletta. Negli 8 chilometri che separano il centro di Torino alla Venaria poi si possono fare diverse pause per ammirare alcuni monumenti e rendere il percorso ancora più piacevole.

Cosa si può vedere pedalando lungo la ciclovia della Veneria Reale?

Se decidi di percorrere questo itinerario probabilmente ti interesserà anche sapere cosa puoi vedere lungo il tragitto della ciclovia che collega Porta Susa alla Venaria.

Un’informazione importante è che lungo il tragitto non abbiamo trovato tante fontanelle. Quindi prima di partire fai una abbondante scorta di acqua. Ecco quindi cosa è possibile vedere percorrendo in bici la pista ciclabile per la Venaria Reale.

Piazza Statuto

Piazza Statuto è fra le piazze più importanti della città. Si trova subito dopo la Stazione di Porta Susa e come la maggior parte delle piazze è circondata dai classici portici torinesi. Al centro della piazza si trova la fontana del Traforo del Frejus. Una piramide costituita da grandi pietre del Traforo del Frejus alla cui sommità si trova un Genio Alato con una stella a 5 punte.

Monumento al traforo del Frejus Piazza Statuto

La cosa che attrae di più di questa piazza è che è legata fortemente alle leggende intorno la Torino Magica. Durante l’epoca romana qui venivano giustiziati e sepolti i condannati. Piazza Statuto venne quindi identificata come il punto in cui si concentrano le forze del male. Questo l’ha resa insieme a Londra e San Francisco uno dei punto del triangolo della magia nera.

Parco Pellerina

Il Parco Pellerina non è sicuramente il più bello della città ma vale la pena fermarsi qualche istante per godere del verde. Il parco si trova sulle sponde della Dora e qui ci sono diversi percorsi pedonali e ciclabili fra viali verdi e boschi. I laghetti artificiali poi richiamano tantissime specie di uccelli. Insomma passarci in bicicletta o scegliere di fermarsi un pochino non è niente male.

Juventus Stadium

Anche se non siamo tifosi di nessuna squadra è indubbio che lo stadio della Juventus sia bellissimo! Durante il giorno è possibile visitare il J-Museum, il campo e le tribune, oltre gli spogliatoi e la zona mista. Il tour è abbastanza veloce e dura all’incirca un’ora.

Juventus Stadium

Parco La Mandria

Prima di arrivare alla Venaria Reale si può accedere a questo bellissimo parco e scegliere di visitare la “casa di campagna” dei Sabaudi. Come ogni dimora reale molto bella e sfarzosa.

Informazioni

Percorrere questa ciclovia è stato molto bello e anche poco impegnativo. Un modo diverso per conoscere Torino e pedalare in tranquillità fra parchi e archittetture. Il modo perfetto per arrivare non troppo stanchi e godersi la visita alla Venaria Reale.

  • Lunghezza percorso circa 8 km da Porta Susa a Venaria Reale
  • Durata 1 ora
  • Livello Facile con fondo stradate asfaltato

Cerchi un albergo in zona? Controlla le offerte su Booking

Letture consigliate

Guida di Torino | Torino nascosta | Dove andare quando: guida di viaggio mese per mese | Il libro dei viaggi | Viaggi senza tempo

Potrebbe interessarti anche: