Guida su come organizzare un viaggio in Iran

L’Iran è un paese incredibile ed è per molti versi ancora intatto. Non è preso d’assalto dal turismo di massa e ha ancora quell’aspetto genuino di una località che per forza di cose non ha molti contatti con la cultura occidentale.

In Iran è possibile trovare città meravigliose, un’architettura che è la massima espressione dell’arte islamica, il deserto, ottima cucina e l’impagabile accoglienza del popolo iraniano.

Informazioni sull’Iran

Per organizzare un viaggio in Iran ecco tutto quello che ti serve sapere

Valuta e tasso di cambio

In Iran si utilizza il Rial. € 1 corrisponde a circa 150.000 rial (aggiornato a giugno 2019). Non è possibile prelevare praticamente da nessuna parte in quando i circuiti di banche occidentali come Visa e Mastercard, anche ricaricabili, sono bloccati. Una delle soluzioni più pratiche è quella di portare dei contanti e cambiarli appena si arriva in aeroporto oppure a Teheran. All’aeroporto di Teheran potrai trovare un ufficio cambio ma spesso (sopratutto se il tuo volo arriva la mattina presto) potrai cambiare solo una piccolissima quantità di soldi.

Visto e permessi

Per visitare l’Iran bisogna richiedere il visto prima di partire. Servirà un passaporto di validità residua di almeno 6 mesi dalla data di uscita prevista e con almeno 2 pagine libere. I cittadini italiani potranno ricevere il visto per un periodo non superiore a 30 giorni. Si può anche ottenere il visto in aeroporto, ma questa scelta è fortemente sconsigliata perché non è assicurato l’ingresso nel paese.

Ottenere il visto ha un costo che oscilla dai 50 ai 70 euro.  Al consolato iraniano a Milano il visto costa 51,70€ e si puó ottenere in 3 giorni,  a Roma invece il visto ha un costo di circa 70€. Esistono diverse agenzie che svolgono la funzione di intermediari e che prendono una commissione per la pratica del visto. Non viene rilasciato un timbro sul passaporto ma consegnato un e-visa in A4 che svolge la funzione del visto.

Importante: Non devono essere timbri che attestino il passaggio in Israele (es. timbro giordano della frontiera Eilat-Aqaba).

Elettricità e prese elettriche

In Iran si usano le stesse prese elettriche che utilizziamo in Italia. La tensione dell’elettricità è di 230V e normalmente le prese sono di tipo europeo a due poli. Inoltre è consigliabile portare un adattatore per prese di tipo C.

Sicurezza

L’Iran è un paese abbastanza sicuro e raramente avvengono crimini violenti ad eccezione di qualche furto, specialmente nella zone più turistiche. Attraverso i nostri media si sentono tantissime cose negative su questo paese, molte di queste notizie sono vere certo, ma il fatto che queste siano le uniche notizie che vengono date dai nostri media è dovuto alle sanzioni internazionali a cui il paese è soggetto. Si consiglia comunque di tenere sempre in sicurezza soldi e documenti evitando zaini di facile apertura proprio come in tutte le altre destinazioni al mondo.

Lingua

Ovunque in Iran sarà facile comunicare ed è frequente incontrare persone che parlano inglese. Ovviamente in Iran la lingua principale è il farsi (persiano moderno) ma tantissime persone parlano l’arabo classico e il turco.

Feste nazionali e celebrazioni

L’Iran è un paese islamico e durante il periodo del Ramadan tutti i negozi e ristoranti chiudono. Ovviamente ci sono posti per mangiare, soprattutto hotel e luoghi in quartieri armeni. In questo periodo è meglio prenotare tutto in anticipo per essere sicuri di poter trovare trasposti e cibo. Il giorno di chiusura della maggior parte dei ristoranti e dei musei è il venerdì.

Trasporti

Spostarsi in Iran non è facile e prima di partire potrebbe sembrare difficilissimo spostarsi da una città a un’altra. Pianificare in anticipo il viaggio potrà servirti per capire per bene come spostarti e quali mezzi utilizzare. In tutto l’Iran è molto usato il taxi che sono di diverso tipo, e spesso applicano tariffe più alte ai turisti, per questo è sempre meglio chiamare un taxi con l’app Snap! che ha sempre il tassametro attivo.

WiFi e connettività

Se è vero che il WiFi non è difficile da trovare nei bar e negli hotel, è sempre meglio rimanere sempre connessi per controllare le informazioni necessarie per spostarsi da un luogo all’altro o per dare indicazioni precise a tassisti e autisti. La cosa migliore da fare è acquistare una SIM card appena si arriva in Iran.

Sebbene ci siano dei negozietti in aeroporto che vendono Sim spesso questi sono sforniti di schede SIM nuove. Personalmente consigliamo la SIM locale Irancell. A questo link le varie tariffe.

Viaggiatori gay in Iran

L’Iran è un paese stupendo!  Ma l’Iran è davvero un paese gay-friendly? In tutto il paese è presente la sharia islamica che rende illegale ogni atto omosessuale.

Pianificare il viaggio in Iran

Qual è il miglior periodo per visitare l’Iran? Anche se durante tutto l’anno il clima è caldo e tropicale, il miglior periodo per visitare l’Iran è in autunno e primavera. L’estate e agosto in particolare potrebbe davvero essere difficoltoso muoversi per via del caldo soffocante.

Budget approssimativo

L’Iran è un paese molto economico. Questo per via delle sanzioni economiche che ha visto il Rial perdere tantissimo valore. Oggi vale circa un quarto del suo valore effettivo.  Qui si può pianificare un viaggio con un budget molto ridotto, e il costo della vita è bassissimo. Hotel di lusso o ville con piscine private possono costare da € 20 a € 100 a notte, mentre il cibo è sempre molto economico.

  • Hotel. Ostelli: € 6-10 a notte. Stanze in case o B&B: € 15-20 a notte. Hotel 2 o 3 stelle: € 25-30. Hotel lusso e resort: da € 35 a € 100.
  • Cibo. Street food o ristoranti : € 1,5-2,5. Ristoranti: € 5-7. Ristoranti di classe: da € 15.
  • Alcolici. non presenti. Possibile trovarli nei quartieri armeni, ma scelta sconsigliata e eccessivamente costosa per un vino di scarsa qualità
  • Trasposti. Taxi da e per aeroporto: € 5

Cosa mettere in valigia per andare in Iran

L’Iran ha la possibilità di farti fare tantissime esperienze diverse, e in base a come hai pianificato il viaggio dovrai mettere in valigia vestiti e accessori diversi. Se hai in programma un’escursione nel deserto non dimenticare di mettere qualche felpa per le escursioni notturne e scarpe da trekking professionali. Le regole di abbigliamento da seguire sono parecchio restrittive e che sin dall’atterraggio le donne e anche gli uomini (in minima parte) devono rispettare.

  • Donne: i capelli devono sempre essere coperti e non si devono mostrare le forme del corpo. Per avere qualche riferimento su come vestirsi cerca su Instagram #persianstyle
  • Uomini: niente pantaloncini e magliette smanicate
  • Cappello per proteggersi dal sole durante le escursioni a Perspepolis e in città

Cosa mangiare in Iran

Il cibo in Iran è davvero buono e ricco! In ogni località potrai gustare piatti di carne unici, succhi di melograno e infusi di ogni tipo. Ecco qualche piatto da non perdere in un viaggio in Iran.

  • Dizi uno stufato a base di agnello e ceci con una base di pomodoro.
  • Kabab I kebab sono spiedini di carne particolarmente succulenti e teneri
  • Zereshk Polo Morgh è un piatto di riso con zafferano, pollo e mirtilli rossi
  • Fesenjan è realizzato con noci, melograno e pollo o anatra, ed è comune trovarlo durante i giorni di festaTahdig
  • Tahdig è un piatto utilizzato come contorno a base di riso e patate

Pronto per la prossima avventura? Controlla le offerte su Booking e risparmia sugli hotel

Letture consigliate

Living Out Islam | Guida Iran |  Dove andare quando: guida di viaggio mese per mese | Il libro dei viaggi | Viaggi senza tempo |

Ti potrebbe interessare anche