Cose da vedere e fare a Vienna

Vienna è una città antica e piena di storia ma non bisogna pensare che sia una città noiosa, anzi, all’opposto, è davvero una destinazione divertente. Inoltre è ben collegata con le principali città italiane ed è possibile venire qui anche solo per un weekend breve.

Cose da vedere a Vienna: 10 cose da vedere a Vienna in un weekend

Vienna è una città grande e piena di cose da fare e vedere, ma è possibile visitarla anche se si ha solo una manciata di giorni a disposizione. Ecco le 10 cose più importanti se vuoi gustartela al meglio.

Palazzo Imperiale Hofburg Palace

Questo palazzo è di una bellezza incredibile e ti ci potresti perdere visitandolo tutto. Al suo interno ci sono tantissime cose da vedere ma è imperdibile il museo dedicato alla Principessa Sissi.

  • Aperto tutti i giorni dalle 9 alle 17:30 (in estate fino alle 18:00)
  • Costo ingresso: € 15

Palazzo Schönbrunn Palace

Patrimonio dell’UNESCO, il Schloß Schönbrunn è una residenza incredibilmente bella, famosa per lo stile Rococo. Trova ispirazioni di design e lasciati travolgere dalle atmosfere ricche di dettagli, ma non perdere per nulla la mondo il grandioso giardino se visiti il palazzo in primavera.

  • Aperto tutti i giorni dalle 9:00 alle 17:00 (in estate fino alle 18:30)
  • Costo ingresso: € da 16 (ci sono diversi pacchetti e tour)

Luna park e picnic

Il Prater verde è uno dei parchi più belli di Vienna dove poter organizzare un picnic e rilassarsi al fresco. Non può però mancare un giro al Würstelprater, luna park in vecchio stile con ruota panoramica, montagne russe e un trenino degli orrori dove trovare la scusa per stringerti forte al ragazzo seduto di fianco

  • Aperto tutti i giorni fino a mezzanotte
  • Ingresso gratuito, si pagano le attrazioni separatamente

Le case di Hundertwasser

Colorate, eclettiche e piene di piante e alberi, queste case sono uno dei simboli della città. Si trovano nel quartiere Landstrasse e vi daranno un’idea diversa e coloratissima della città

  • Aperto sempre
  • Visita gratuita

Un Waltzer a Vienna

I balli austriaci son famosi in tutto il mondo e per questo a Vienna non sarà difficile trovare eventi dove poter ballare il waltzer. Ce ne sono di tutti i tipi e si stima che ogni anno vengano organizzati qui almeno 400 balli. Specialmente tra gennaio e febbraio, in occasione del carnevale, sarà possibile prenotare una sera di ballo. Controlla il calendario ufficiale. Inoltre non sarà difficile trovare un ballo LGBT dove poter danzare a ritmo di waltzer. Tra i più famosi ci sono il Rainbow Ball, il Divesity Ball e il Rosenball.

  • Durante il carnevale: tra gennaio e febbraio

Birra, würstel e sacher

Vienna non è una città dove mettersi a dieta. Wurstel e birra potrai trovarli in ogni angolo della città, ma non potrà mancare una fermata all’Hotel Sacher dove è stata inventata la torta al cioccolato e marmellata.

  • Aperto tutti i giorni dalle 9:00 alle 2:00
  • Da € 30 una tortina intera di piccole dimensioni

Wiener Staatsoper

Magari non sei un appassionato di musica classica, ma l’Opera di Vienna è un luogo incredibile. Magari sarai fortunato abbastanza da trovare i biglietti per un’opera del compositore Schubert

Semafori inclusivi

Foto realizzata da Radek Oliwa e pubblicata rispettando i Creative Commons

Creati per ospitare l’Eurovision in Austria, i semafori del centro di Vienna hanno disegnato sulla luce coppie di ragazzi e ragazze mano nella mano. Quando sono stati istallati, sono piaciuti così tanto da essere rimasti in città, diventando una vera e propria attrazione turistica.

  • Aperto sempre
  • Visita gratuita

Il bacio di Klimt

Nato a Vienna, Gustav Klimt è qui che ha lasciato gran parte dei suoi lavori. Se ne possono trovare in quasi tutti i musei, ma il famoso “bacio” e 23 altre due opere sono esposte al museo Upper Belvedere.

  • Aperto tutti i giorni dalle 9:00 alle 18:00
  • Costo ingresso: € 16

Feste e club

I weekend di Vienna sono indimenticabili e pieni di feste e serate da non perdere. Dalla techno alla disco, in tutta la città ci sono tantissimi locali dove andare. I principali bar e locali si trovano nella zona chiamata Gürtel, mentre i migliori locali gay di Vienna si trovano nell’area di Naschmarkt e la strada Wilendorf.

Itinerario per vedere Vienna in 2 giorni

Vienna è davvero ben collegata con le principali città italiane e qui è facile venirci anche per un weekend di 2 giorni (dal venerdì sera/notte, alla domenica a pranzo). Ecco l’itinerario per visitare Vienna in 2 giorni.

Arrivo (sera)

L’arrivo a Vienna è spesso di primo pomeriggio o in serata, quindi non si avrà modo di visitare musei o luoghi al chiuso, ma fortunatamente Vienna è una città che permette di fare delle bellissime passeggiate per vedere monumenti e luoghi turistici ben illuminati tra cui l’opera di Vienna e il duomo di Santo Stefano.

Rimani nella città vecchia chiamata Innere Start per cena e per bere qualcosa prima di tornare in hotel.

Giorno 1 (tutto il giorno)

Anche se non si ha tantissimo tempo, potrai visitare tranquillamente l’interno di alcuni dei palazzi storici di Vienna, e davvero non te ne pentirai. Comincia la giornata visitando il Palazzo Imperiale Hofburg. Entrerete in contatto con una delle persone che maggiormente hanno reso importante Vienna, la Principessa Sissi, visitando il museo a lei dedicato all’interno del Palazzo Hofburg.

Procedi verso il centro dopo arriverai sicuramente per pranzo, e non c’è zona migliore dove procedere con la visita della città e mangiare qualcosa di buono come la strada Ringstrasse, passando dal parco di Burggarten. Qui potrai andare a zonzo vedendo alcuni dei palazzi più importanti di vienna come il municipio, il parlamento, la borsa e l’università.

Qualcuno ha detto merenda? Lo sapevi che proprio qui è stata inventata la torta Sacher? Non perdere l’occasione di provarla proprio nel posto in cui è stata inventata: l’Hotel Sacher! Qui potrai sederti in uno dei tanti bar dell’hotel e provare un pezzo di torta e un buon tè.

Se vuoi vedere anche qualcosa di architettonicamente diverso e più contemporaneo, non dimenticare di vedere il complesso Hundertwasserhaus. Qui ti ritroverai in una vera e propria favola, con tantissime casette colorate.

Per cena e per iniziare la serata vai al Prater, il parco di divertimenti più antico del mondo, e salta sulla ruota panoramica, uno dei simboli della città. Qui potrai divertirti provando qualche giostra o semplicemente cenando a uno dei tanti stand di cibo.

Per la serata se hai ancora voglia di divertirti e magari andare a ballare non ci sono zone gay-friendly migliori di Naschmarkt e la strada Wilendorf.

Giorno 2 (poco più di metà giornata)

Questa è l’ultima giornata, ma potrai vedere ancora tantissime cose. Comincia la mattina all’Upper Belvedere, il museo che contiene più opere di Klimt, tra cui il famosissimo bacio, rimarrai esterrefatto dalla bellezza di questo dipinto. Dopo la visita del museo torna verso il centro dove potrai visitare il Nashmarkt di giorno.

Questo è un bellissimo mercato cittadino dove si possono comprare cibi di ogni tipo, dalla verdura a cose più esotiche, oltre che fermarsi per pranzo in uno dei tanti buoni ristoranti che ci sono qui. ,

Il pomeriggio, in base all’orario del volo di ritorno, rimani in centro per un po’ di shopping, o se hai voglia di visitare ancora qualcosa, vai alla Cripta degli Imperatori, dove potrai ammirare i monumenti funebri di tutti gli imperatori austriaci.

Itinerario per vedere Vienna in 3 giorni

Se hai la fortuna di rimanere a Vienna qualche giorno in più, aggiungi alla lista dei luoghi da visitare l’incredibile Reggia di Schönbrunn. Per visitare la Reggia serve quasi un giorno intero, ma ne vale davvero la pena. Questo patrimonio UNESCO, distrutto e ricostruito attorno al 1696, è talmente tanto bello che per secoli si contese il titolo di palazzo più bello d’Europa con Versailles.

La visita alla Reggia si può fare in autonomia anche se è suggeritile partecipare e prendere i ticket di ingresso con incluso un tour con guida. In questo modo non sarai perso negli immensi spazi della reggia, ma potrai godertela, scoprendo qualcosa in più e tantissime curiosità sulla costruzione del palazzo.

Infine il giardino, o meglio parco, della Reggia di Schonbrunn è davvero immenso e pieno di viali, statue e fontane. Il centro è la fontana di Nettuno, ma non dimenticare di andare alla terrazza della Gloriette da cui vedere una vista panoramica di tutto il parco.

Vienna City Card: come funziona e quanto costa

Vienna City Card è la carta turistica che permette di ottenere sconti, ingressi scontati con salta fila ai musei e giri sui mezzi pubblici inclusi. Come ogni card turistica, ce ne sono di diverso tipo, e ogni card include qualcosa di diverso. Se si pensa di voler passare il tempo a passeggio e senza visitare troppi musei o palazzi non servirà a tanto, ma se già hai in lista l’ingresso in un paio di musei, la Vienna City Card è forse la soluzione più conveniente. Ecco che tipo di card ci sono e quanto costano.

Vienna City Card

La Vienna City Card classica include l’uso gratis dei mezzi pubblici di Vienna, oltre che l’accesso agli sconti per l’ingresso nei musei e attrazioni in città.

  • Costo: € 17 / 24 ore, € 25 / 48 ore, € 29 / 72 ore

Vienna City Card Transfer

Questa opzione della Vienna City Card aggiunge alla versione base anche il transfer con tutti i mezzi di trasporto disponibili da e per l’aeroporto di Vienna.

  • Costo: € 34 / 24 ore, € 42 / 48 ore, € 46 / 72 ore

Vienna City Card Tour

Questa opzione della Vienna City Card aggiunge alla versione base anche l’autobus 24h Hop-On Hop-Off che gira per la città toccando tutti i punti turistici.

  • Costo: € 43 / 24 ore, € 51 / 48 ore, € 55 / 72 ore

Vienna City Card Transfer + Tour

Questa opzione unisce tutte le card insieme aggiungendo alla Vienna City Card di base il transfer da e per l’aeroporto di Vienna e il bus 24h Hop-On Hop-Off che ferma davanti tutte le principali fermate turistiche.

  • Costo: € 60 / 24 ore, € 68 / 48 ore, € 72 / 72 ore

Dove prendere un hotel a Vienna: consigli su dove alloggiare e zone migliori

Vienna è una città piccola, ma nemmeno troppo. Ci sono tantissime cose da fare, e selezionale la giusta zona dove alloggiare è vitale per poter vivere al meglio la città. Ecco una guida per scegliere al meglio la zona migliore dove alloggiare a Vienna.

Austria gay tra diritti e libertà

L’Austria ha sempre dimostrato di essere un Paese sicuro per la comunità LGBTQ depenalizzando già nel 1971 l’omosessualità e intraprendendo dal 2010 un percorso che ha portato l’Austria a legalizzare i matrimoni tra persone dello stesso sesso a inizio 2019. La storia dell’Austria come Paese gay trova già le sue radici nel 1700 grazie al Principe Eugenio di Savoia, uno dei primi comandanti dell’esercito apertamente gay. Per non parlare di Schubert che rese famosa in tutto il modo la musica classica austriaca.

Foto di gay in vienna utilizzata secondo i Creative Commons

Scena gay a Vienna: dove andare e quando

Vienna ha una vita gay davvero molto attiva e frizzante grazie a una comunità LGBTQ molto folta e un numero incredibile di locali gay, saune gay e discoteche. Sono quasi tutte presenti in centro città nella strada Wienzeile e nei pressi del mercato Naschmarkt. Davvero liberale e aperta, la vita gay viennese sta diventando una delle attrazioni principali della città, attraendo tantissimi turisti anche grazie a eventi importanti come il Pride, il Vienna Bear Congress, il Life Ball e il prossimo EuroPride 2019.

Letture consigliate

Guida di Vienna | L’Imperatrice Sissi | Io, Conchita. La mia storia

Cerchi un albergo a Vienna? Controlla le offerte su Booking