Le migliori app da usare quando sei in viaggio

Chi non utilizza le app durante un viaggio? Noi non potremmo farne a meno e durante il nostro viaggio nelle Filippine ci sono state alcune applicazioni che si sono rivelate essenziali.

A maggior ragione oggi che viaggiando in Unione Europea si può utilizzare lo stesso piano tariffario senza spendere una fortuna in roaming è ancora più semplice connettersi.

Le migliori app per il viaggio

Ci sono alcune app che sono diventate parte integrante della pianificazione di un viaggio. Alcune come Google Flight sono essenziali per organizzare il viaggio prima di partire, altre invece sono importanti per capire come muoversi in città che non conosciamo. Ecco quali sono le migliori app di viaggio se sei un viaggiatore gay.

Migliori app di viaggio per viaggiatori gay

Google Maps

Questa è l’app che utilizziamo di più. Quando visitiamo un nuovo posto ci piace perdersi per le strade della città, ma se abbiamo appuntamento con qualcuno o dobbiamo arrivare in un preciso posto, Google Maps ci viene sempre in aiuto.

Quest’app può essere utilizzata quando si viaggia in macchina, a piedi, ma anche in bici. L’unico difetto è che i tragitti potrebbero non essere molto aggiornati. Durante il nostro viaggio a Malta ad esempio abbiamo fatto poco affidamento a Google Maps e tanto affidamento al nostro istinto.

Google Translate

Ovviamente non è l’app della vita… ma ci si avvicina! Essenziale se sei in un paese del quale non conosci la lingua. Ad esempio, durante il viaggio in Corea del Sud, quest’app si è rivelata essenziale per recuperare delle medicine per combattere la febbre.

Si può anche sentire la pronuncia delle parole, ma in caso di bisogno sarà sufficiente al cameriere o al farmacista quello di cui hai bisogno direttamente dallo smartphone.

Misterbnb

Misterbnb è l’app (disponibile anche in versione desktop) che ti permette di trovare alloggi di persone gay in giro per il mondo. Un buon modo per entrare in contatto con la comunità gay del posto.

Se vuoi provarla per il tuo prossimo viaggio, con questo codice hai la possibilità di ottenere 22€ di credito da spendere sulla piattaforma.

Airbnb

O meglio le Airbnb Experience. Non tanto per la ricerca di stanze in giro per il mondo ma proprio per delle esperienze da poter fare con i local.

Che sia una lezione di sushi a Tokyo, una shopping session a New York oppure una serata nel quartiere gay di Milano con noi, le Experience di Airbnb sono secondo noi il modo migliore per avere uno sguardo da insider nella cultura di una città.

Hornet

Tutti conoscono quest’app non per viaggiare, ma per rimorchiare. Ma se si unissero le due cose? D’altronde chi meglio di un gay del posto può darti consigli sui migliori bar nella gay street della città, cose da fare, locali gay e serate?

Quest’app poi è molto utile sopratutto se decidi di viaggiare in luoghi dove l’omossessualità non è ben vista. Ovviamente il nostro consiglio è di farne buon uso e fare molta attenzione, perchè ci sono tantissimi paesi dove essere gay è un reato.

Express VPN

Se decidi di viaggiare in paesi dove esiste una forte chiusura nei confronti dei social network ad esempio, la VPN potrebbe essere essenziale. In  Cina ad esempio è indispensabile per utilizzare Facebook e Instagram.

Instagram

Utilizziamo praticamente sempre il nostro profilo Instragram di Gayly Planet. Lo facciamo si per raccontare i nostri viaggi e pubblicare foto in giro per il mondo ma anche per scambiare qualche chiacchera con dei ragazzi in giro per il mondo.

Tramite Instagram ad esempio abbiamo scoperto la vita gay di Norimberga e alcune delle cose più belle da fare a Copenaghen.

Ti potrebbe interessare anche:

By | 2017-10-07T18:35:49+00:00 ottobre 16th, 2017|Utile|0 Comments

Leave A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Iscriviti alla newsletter

* Campi obbligatori