Boston, Provincetown e Northampton: itinerario gay in Massachusetts

Se pensiamo agli Stati Uniti d’America ci vengono in mente New York, San Francisco, Miami e qualche altra città, come se fossero le uniche con una vita gay in tutta l’America. È per questo che abbiamo cominciato a esplorare altri Stati, approdando in Massachusetts grazie all’associazione Visit USA Italia.

Tra musei, feste, vita gay sfrenata e divertimento, ecco le cose che assolutamente vorremo fare e vedere in viaggio.

Boston

Boston non è una megalopoli, ma è una bellissima cittadina, tra le più belle degli Stati Uniti. Estremamente liberale, come tutto lo stato del Massachusetts (è qui che è stata varata la prima legge americana che permettesse i matrimoni gay), la città è stracolma di studenti e regala una vacanza perfetta. Sembra perfetta anche per un long weekend.

Isabella Stewart-Gardner Museum

Questo museo è un luogo incredibile pieno di segreti gay di fine ‘800 da scoprire. Costruita da Isabella Stewart Gardner, la casa è un vero e proprio tripudio di arte e cultura grazie alle 2500 opere provenienti da tutto il mondo.

La Gardner, inoltre, fu una vera pioniera dei diritti gay. Rimasta vedova, si dedicò anima e corpo alla costruzione della sua casa, attorniandosi da artisti incredibili, per lo più gay. Scandalosa per l’epoca, indossava sempre profonde scollature e fumava pubblicamente i sigari: come non amarla!

  • 25 Evans Way, Boston

Altri luoghi di interesse

  • Museum of Fine Arts
  • New England Aquarium
  • Massachussetts State House
  • Quartiere vittoriano

Northampton

Questa città, sede dello Smith College tutto femminile è la città con una delle comunità lesbiche più grandi in USA.

Provincetown

Provincetown (chiamata anche P’town) è una vera e propria mecca LGBT. Durante gli anni ’20 e gli anni ’30 diventò meta di ispirazione per diversi artisti, scrittori, drammaturghi, romantici e giornalisti. Qui arrivavano ammaliati dalla sua bellezza e la sua libertà d’avanguardia. Aria che riesce a mantenere tutt’ora.

Situata sulla punta di Cape Cod, la città raggiunge il suo apice gay nel periodo estivo grazie alle tantissime feste, locali e discoteche che animano la città con il bel tempo.

Come arrivarci

Da Boston dista circa 90 minuti con fast ferry e 25 minuti con la compagnia aerea locale Cape Air.

Letture consigliate: Guida degli Stati Uniti Orientali | Stati Uniti on the Road | Storia degli Stati Uniti

Ti potrebbe interessare

By | 2018-07-09T22:36:02+00:00 maggio 30th, 2017|America, Stati Uniti|0 Comments

Leave A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Iscriviti alla newsletter

* Campi obbligatori