Cosa vedere a Barcellona in 3 giorni

Itineraio di viaggio di Barcellona: 3 giorni

Barcellona è una città incredibile e ci piace perchè è come tornare in una città che conosci perfettamente. Abbiamo già raccontato perchè ci piace così tanto e perchè ci sono almeno 18 buoni motivi per visitare Barcellona! Ora è il momento di scoprire cosa vedere a Barcellona se hai poco tempo.

Visitare Barcellona in 3 giorni: cosa vedere

Quando si viaggia, soprattutto per pochi giorni, bisogna sfruttare al meglio quello che ha da offrire una città. Certo, può sembrare una sfida, ma con un po’ di organizzazione si riesce a fare proprio tutto. Ecco quindi cosa fare a Barcellona in 3 giorni.

Cosa vedere a Barcellona in 3 giorni

Cosa vedere a Barcellona in 3 giorni: Giorno 1

1. Parco della Ciutadella

Iniziamo la giornata immersi nella tranquillità dei 17 ettari di verde che costituiscono il Parco della Ciutadella è un immenso parco con ben 17 ettari di verde. Al suo interno potrai trovare uno zoo, il laghetto, tantissime sculture e la famosa progettata da Fontsere. Il nostro consiglio è di noleggiare una bicicletta e a fare un piccolo giro nei dintorni, o utilizzarla per i tuoi spostamenti. Anche un giro in barca nel laghetto non è niente male!

2. Parco di Miró

Il Parco di Mirò è realizzato su due livelli presentano con sculture fra le più famose come la “Donna e L’uccello”. Una piccola curiosità, viene chiamato anche con il nome di in quanto sorge dove si trovava il mattatoio della città.

3. Plaça d’Espanya e dintorni

Piazza di Spagna è una la piazza più importanti di Barcellona. È il luogo della bellissima fontana e con le due torri in stile veneziano. Il vicino Parc de Montjuïc, è molto amato dagli abitanti di Barcellona soprattuto per lo spettacolare tramonto da ammirare dal castello.

Se il lungo giro per la città non ti ha stancato troppo non perdere l’occasione di vivere la movida catalana in uno dei tanti locali gay di Barcellona.

Cosa vedere a Barcellona

Cosa vedere a Barcellona in 3 giorni: Giorno 2

1. La Sagrada Família

Ogni visita della città dovrebbe prevedere una tappa obbligatori qui. La Basilica della Sagrada Familia. Le altissime torri e le grandi colonne di questa balisica ancora incompiuta sono opera di Antoni Gaudí. L’interno è qualcosa di magico, come un bosco illuminato da vetrate di mille colori. Per saltare l’infinita fila d’ingresso compra i biglietti online.

2. Plaça de Catalunya

Questo è il centro della città e da qui partono tutte le stradeprincipali della cittàe la famosa la Rambla. Centro del giorno e della notte di Barcellona. Prenditi tutto il tempo per guardare le vetrine, mangiare qualcosa in un ristorante tipico oppure ammirare il Teatro Liceu con le opere di Mirò.

3. Mercado de la Boqueria

Impossibile entrare in questo mercato e non assaggiare della frutta fresca o dello jamon iberico appena affettato. Che dire poi degli aceitunas (acetelli misti)?

4. El Raval

Questo è quartiere più autentico della città. Dove fra musei ricavati da vecchi teatri, chiese e un gigante gatto in bronzo donato alla città da Botero potrai godere del sole del pomeriggio gustando una sangria.

Casa Batllo, Barcelona, Spain.

Cosa vedere a Barcellona in 3 giorni: Giorno 3

Dedica un girono alla visita della zona del Turó de La Rovira. Da questo belvedere potrai Barcelona dall’alto in tutta la sua grandezza!

1. Parc Güel

Fra le opere più famose di Antoni Gaudí, Parc Guel èun mosaico di sculture sinuose che si intrecciano e ti conducono direttamente in un mondo magico.

Da non perdere un bel selfie davanti all’affascinante opera d’arte di Gaudí, La Pedrera o Casa Milá, la palazzina dalla bislacca forma ondeggiante.

2. Arc de Triomf

Passeggiando verso l’Arc de Triomf potrai ammirare altre opere di Gaudì come La Pedrera o la famosa Casa Milá. Per non parlare poi della stupenda Casa Batllo

Cerchi un albergo a Barcellona? Consulta le offerte su Booking

Letture consigliate

Guida di Barcellona | Top 10 Barcellona | Guida della Spagna

Ti potrebbe interessare

barcelona: Get Your Guide

By | 2018-08-28T11:20:54+00:00 gennaio 2nd, 2018|Europa, Spagna|0 Comments

Leave A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Iscriviti alla newsletter

* Campi obbligatori