Come sopravvivere ai viaggi in aereo di lunga percorrenza

Per raggiungere le Filippine dall’Italia ci vogliono (con almeno uno scalo) circa 20 ore, per arrivare in Australia più o meno 22 ore. Che siano 12 o 22, i viaggi di lunga percorrenza possono trasformarsi in un incubo. Bambini che urlano (ebbene sì, possono urlare per 22 ore di seguito), crampi, formicolii e collo bloccato per l’aria condizionata. Il tutto unito al jet-leg sempre pronto ad accoglierti al tuo arrivo!

Quello che abbiamo imparato è che sopravvivere a un lungo viaggio in aereo è una questione di preparazione. Per arrivare (quasi) in ottima forma, bisogna prepararsi al viaggio per tempo. Ecco i 4 salvavita dei viaggi in aereo di lunga percorrenza.

1. Scegli il giusto posto

Come per ogni volo i posti a sedere sono di primaria importanza. E se per i voli in Europa (il più lungo che abbiam fatto in Europa è stato di 4 ore per Gran Canaria) si può scendere a compromessi per quelli più lunghi conviene sceglierli e farlo per tempo.

Nel caso in cui i posti nella prima fila (quelli con più spazio per stendere le gambe) siano già stati presi meglio scegliere i posti in fondo. Gli ultimi posti in aereo sono in genere quelli meno rumorosi e anche i più sicuri. Dovendo trascorrerci molte ore meglio scegliere i posti nei corridoi.

Se l’aereo che dovrai prendere è a 3 file poi è meglio scegliere i posti in mezzo l’aereo, fra le 2 file laterali. In questo modo, anche se capiterai fra due persone, avrai 2 possibilità di andare nel corridoio e per sgranchirsi le gambe o andare in bagno.

2. Fai del movimento

Fare del movimento e stimolare la circolazione sanguigna è di vitale importanza. Nel vero senso della parola. Ci sono tante malattie o eventi molto poco piacevoli che possono accadere se stai seduto per 12 ore di seguito senza fare un minimo di movimento. E non vorresti mai che succedesse nulla di tutto questo prima di iniziare la tua vacanza.

In molti aerei a lunga percorrenza sono presenti video con brevi esercizi da fare per stimolare la circolazione sanguigna. Sono molto utili e davvero poco impegnativi. Può essere sufficiente ruotare un pochino la testa, fare dei piccoli movimenti con gambe e piedi e fare delle torsioni con il busto per avere dei benefici. Quando possibile concediti una “passeggiata” in aereo per fare un po’ di stretching.

3. Mangia in modo corretto ed evita l’alcol

Sui voli a lunga percorrenze in genere non si mangia male. Quando voliamo verso paesi che non conosciamo iniziamo a immergerci nella cultura locale già dai pasti.

Una delle cose molto positive dei voli intercontinentali è l’ampia scelta. Se hai problemi di intolleranze o non mangi alcuni alimenti per scelta o per religione puoi scegliere il tuo menu e farlo già dal momento della prenotazione del biglietto. Tutti i voli a lunga percorrenza permettono la scelta di cosa mangiare. Puoi scegliere fra pasti vegani, kosher, halal, vegetariani o per celiaci oltre ovviamente ai classici pasti.

Anche se la tentazione è tanta è meglio evitare alcolici e bevande con tanta caffeina. Il jet leg ringrazierà!

4. Fatti una dormita

Sembra banale ma riposare durante il volo è una parte fondamentale quanto portarsi dietro un kit di sopravvivenza con spazzolino e dentifricio, creme e igienizzante per le mani.

Ricordati di portare una mascherina per gli occhi e dei tappi per le orecchie. Soprattutto questi ultimi potrebbero essere proprio quelli che ti aiuteranno a dormire se dietro di te è seduta un’intera famiglia con prole.

Le copertine dei voli intercontinentali infine sono un vero toccasana. L’aria condizionata può diventare gelida se si sta seduti per molto tempo. Usala se non vuoi svegliarti come un ghiacciolo.

Pronto al prossimo viaggio? Consulta le offerte su Booking

Letture consigliate: Come fare la valigiaPrête-à-partir. Tutti i consigli per la viaggiatrice perfetta

Ti potrebbe interessare anche

By | 2018-08-28T10:52:25+00:00 giugno 26th, 2017|News|0 Comments

Leave A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Iscriviti alla newsletter

* Campi obbligatori