8 motivi per partecipare al Gay Pride

Perché partecipare al Gay Pride: ecco tutti i motivi!

Prima di ogni gay pride ci sono sempre le stesse identiche discussioni. In tanti pensano almeno due cose che possono riassumersi in:

  1. Il Pride è una carnevalata… alzi la mano chi non ha mai sentito questa parola associata ai Pride. Col termine carnevalata vengono messi sotto i riflettori i costumi e i colori tipici della parata.
  2. È solo una macchina capitalista fortemente voluta dai brand che sponsorizzano la sfilata per avere tantissima visibilità a poco prezzo. Bisogna aggiungere altro?

Nonostante queste critiche di Pride ne abbiamo davvero bisogno! In Italia si organizzano ogni anno dai 20 ai 30 Pride, e si aggiungono sempre nuove date! Durante i Pride italiani del 2018  si ritrovano milioni di persone nei mesi che vanno da giugno a settembre.

Chi decide di partecipare sono persone che riconoscono nella comunità LGBT una famiglia e un safe space. Sotto il simbolo dell’arcobaleno, nelle parate ci si sente finalmente liberi di esprimere la propria sessualità che spesso viene repressa da regole sociali che non vedono di buon occhio l’essere gay.

8 motivi per cui bisogna partecipare al Gay Pride

Per noi è essenziale partecipare ai Gay Pride per mille ragioni. Abbiamo provato a essere sintetici e ne abbiamo scelti 8. Ecco quindi i motivi per cui ognuno di noi dovrebbe partecipare al Pride almeno una volta nella vita.

1. Per chi non ha ancora il coraggio

Ci sono tantissime persone che non hanno ancora fatto coming out e aspettano con ansia che ci sia un Pride per potersi sentire alleggeriti da un peso non proprio facile da portare. Facciamolo per loro!

2. Per sentirsi in famiglia

Niente è più bello della sensazione di liberazione che si prova quando si trova finalmente la propria comunità. Il Pride è davvero questo: una immensa famiglia che ti accoglie anche se sei uno sconosciuto.

Gay Pride Pavia

3. Per far rivivere le lotte

Bisogna marciare per se stessi ma anche per tutte quelle persone che l’hanno fatto prima di noi. Per loro il Pride è il simbolo del percorso che è stato fatto per essere arrivati fino a dove siamo oggi.

4. Per divertirsi insieme

Il Pride è una manifestazione, ma è soprattutto una festa. Si celebra la libertà e la felicità di essere proprio come si è. E quindi carri, costumi colorati, musica e arcobaleni sono e saranno sempre i benvenuti.

5. Per sapere chi supporta la nostra causa

Sempre più brand e realtà decidono di sponsorizzare le parate. Partecipare a un Gay Pride ci aiuta a capire quali sono le aziende amiche per poter spendere meglio i nostri soldi, senza farli finire nelle mani sbagliate. Sarai meravigliato nel vedere in quanti ci mettono la faccia, non solo multinazionali, ma anche scuole, associazioni culturali e tantissime attività locali.

6. Per sentire concerti gratuiti

Ai Gay Pride partecipano tantissime personalità del mondo dello spettacolo e normalmente ogni parata viene chiusa con dei concerti gratuiti. Da Alexia, che ha chiuso il Milano Pride del 2017, a Lady Gaga, super ospite del Roma EuroPride, ci sono artisti per tutti i gusti.

Pride Roma con Lady Gaga

7. Per viaggiare

Ci sono Pride non solo in Italia, ma in tutto il mondo. Partecipare a un Gay Pride è una ottima scusa per organizzare un bellissimo viaggio.

8. Per essere se stessi!

Qualunque sia il tuo orientamento sessuale, un Gay Pride ti darà sempre la possibilità si essere davvero te stesso. Lasciati andare, urla, rimani in silenzio o balla fino allo sfinimento. Nessuno ti giudicherà per come ti vesti o per quanto ti svesti, e sarai sempre libero di esprimersi perché il Pride è un’incredibile espressione di libertà.

Potrebbe interessarti anche

By | 2018-01-16T13:03:16+00:00 gennaio 8th, 2018|News, Vita LGBT|0 Comments

Leave A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Iscriviti alla newsletter

* Campi obbligatori