Gallipoli: cosa vedere in un giorno

Gallipoli è stata più volte eletta come meta preferita dagli italiani. Oltre a essere una delle città più belle della Puglia e anche meta del turismo gay e i molti locali e cose da fare dedicati alla comunità gay ne sono una dimostrazione.

Gallipoli però non è solo mare, divertimento e cene a base di pesce. È una città ricca di arte, cultura e storia senza precedenti. Ecco cosa vedere e fare a Gallipoli in un giorno.

Castello Angioino Aragonese

Circondato dal mare, il Castello di Gallipoli è stato eretto fra il XV e il XVI secolo per proteggere la città bella dagli invasori. Per tanto tempo è stato abbandonato e lasciato all’incuria, oggi però è stato portato ai vecchi fasti. Il Castello è visitabile e sede di mostre d’arte e convegni.

Cattedrale

La maestosa Cattedrale di Gallipoli sembra un po’ timida, nascosta fra delle viette non troppo larghe. Ma è sufficiente alzare gli occhi per ammirare la bellezza del barocco leccese. Fu realizzata nella metà del Seicento e ospita grandi tele dell’artista gallipolino Coppola.

Cattedrale di Gallipoli

Chiese Barocche del Centro Storico

Camminare per le strade del centro storico di Gallipoli e non rimanere estasiati dalla bellezza e dalla stupende e ricche chiese è praticamente impossibile. Parti dalla Chiesa di Santa Teresa, vicino la Cattedrale, per poi arrivare alla poco distante Chiesa della Purità. Una volta qui, chiedi agli addetti di poter visionare l’affresco nascosto dalla tela che sovrasta le porte d’ingresso.

Spiaggia delle Purità

Una volta arrivato alla Chiesa della Purità guarda il suo golfo. Se il tempo te lo permette concediti un bagno in una delle più belle spiagge del Salento. Questa è la spiaggia dove i gallipolini si rinfrescano dal caldo estivo. Un posto lontano dalla movida e ancora intimo.

In lontananza potrai vedere l’Isola di Sant’Andrea, isola naturale protetta. I locali intorno al Golfo della Purità sono i nostri preferiti per bere un cocktail ammirando lo splendido tramonto.

Gallipoli cosa vedere

Biblioteca Sant’Angelo

Dell’antica chiesa di Sant’Angelo oggi rimane solo il maestoso ingresso. L’interno è abbastanza anonimo, ma l’esterno ti trasporterà in un luogo romantico e fermo nel tempo.

Frantoi Ipogei

In tempi non tanto remoti, Gallipoli era il primo produttore e esportatore di olio da lampada più importante d’Europa. Basti pensare che il suo olio illuminò persino le strade di Londra, Berlino, Vienna e Parigi.

E l’olio ha sempre avuto un legame importante con Gallipoli e con tutto il Salento. I Frantoi Ipogei, che nel solo centro storico sono 35, sono piccoli tesori sotterranei sparsi per tutto il centro storico sono una testimonianza dell’antico oro giallo della città.

Fontana Greca

Per molto tempo si è pensato fosse un’antica fontana ereditata dagli antichi greci. I più recenti studi hanno però dimostrato come questa sia in realtà una fontana realizzata nel Rinascimento. Non perde certo il suo fascino e l’importanza che ricopre per la città. Nella prima facciata sono presenti quattro Cariatidi ognuna delle quali ospita una coppia di rilievi. Le protagoniste sono le tre ninfe Dirce, Salmace, Biblide.

Fontana Greca di Gallipoli

Mercato del pesce

Il momento ideale per visitare il mercato del pesce è o al mattino presto o prima che tramonti il sole. Ovvero quando i pescherecci tornano dalla battuta di pesca.

Qui si possono gustare ricci, molluschi come fasolari, cozze e cannolicchi aperti sul momento e i famosi gamberi viola di Gallipoli. Ovviamente crudi!

Se infine vuoi chiudere in bellezza, sali le scale per tornare nel centro storico. A pochi metri dal mercato si trova la pasticceria Vecchio Ingrosso: qui potrai gustare uno dei pasticciotti più buoni del Salento.

By | 2017-06-16T10:04:56+00:00 giugno 16th, 2017|Europa, Italia|0 Comments

Leave A Comment

Iscriviti alla newsletter

* Campi obbligatori